Apple pronta a usare i droni per migliorare le mappe

0

Ne avevamo già parlato due anni fa nel raccontare la sfida che Apple, coi droni, voleva lanciare ai satelliti usati da Google per le sue mappe, e pochi giorni fa l’azienda di Cupertino è tornata di prepotenza come protagonista tra le notizie perché sembra essere arrivato il momento di passare dalle parole ai fatti.

Lo Stato della North Carolina, che rientra tra le zone dove la FAA (l’Enac americana) ha accettato di consentire eccezionalmente di testare i droni al di fuori del regolamento (ferme restando le autorizzazioni col contagocce date in base ai singoli progetti che devono rispettare norme comunque rigidissime), ha infatti confermato che nei prossimi mesi gli UAV della Apple sorvoleranno i cieli della regione allo scopo di raccogliere informazioni con le quali perfezionare le Apple Maps. Servendosi dello sguardo attento dei droni, la compagnia che fu di Steve Jobs sarà in grado di notare facilmente le eventuali incongruenze tra il territorio che mostra il software e quello che è in realtà.

Se però le autorizzazioni al volo ci sono, più di qualcuno ha sollevato la questione della privacy, al punto che la stessa Apple ha ritenuto opportuno rilasciare una dichiarazione tesa a rassicurare gli animi “Apple si impegna a proteggere la privacy delle persone, incluso il processare i dati raccolti allo scopo di sfocare le immagini dei volti e quelle delle targhe automobilistiche che verranno riprese“.

592 visite
Commenta:

Segui DronEzine sui social: