Un progetto illegale con i droni per combattere le crudeltà sugli animali

0

Il giornalista investigativo americano Will Potter, ha aperto una campagna sulla piattaforma internazione di raccolta fondi KickStarter, al fine di sensibilizzare l’opnione pubblica e sostanzialmente fermare le crudeltà commesse sugli animali utilizzando i droni.

Intento lodevole quello del giornalista Will Potter  che appoggiandosi a KickStarter spera di raggiungere la somma di 30.000 dollari per potersi permettere un drone da utilizzare contro gli abusi e le crudeltà commesse negli allevamenti di animali.

maltrattamento-animali

Quello che risulta subito strano e controverso è che esiste una legge americana chiamata Ag-gag  valida in alcuni stati degli USA che proibisce esplicitamente le riprese dei maltrattamenti degli animali negli allevamenti. Il lavoro del giornalista indipendente si svolgerebbe quindi contro la legge violando non solamente le leggi sulla privacy. Non è la prima volta che i droni vengono utilizzati per proteggere alcune specie di animali, specialmente quelli soggetti a bracconaggio o feriti da incidenti ferroviari (cosa purtroppo abbastanza frequente in India).

Come verranno usati i fondi raccolti durante la campagna? Principalmente per acquistare il drone e l’ attrezzatura video fotografica, per sostenere le spese di trasporto, per affrontare le (inevitabili ndr) spese legali, e finalmente per pubblicare un ebook sul argomento.

Tutto sommato, considerando che mancano ancora 25 giorni alla data delle scrittura di questo articolo e che a tutto oggi ha già superato  la soglia di $ 27.000 oseremmo dire che forse di droni se ne potrà permettere almeno un paio.

 

1503 visite


Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: