Droni per le consegne, Boeing in prima linea negli investimenti

0

Da quando i droni hanno iniziato ad anticipare il futuro, Boeing ha sempre mostrato un grande interesse nel settore. Tempo fa, ad esempio, li ha usati per testare i suoi aerei 737, ma il contributo dell’azienda ha investito il mondo dei droni a 360 gradi, al punto che si è dedicata anche allo sviluppo di sistemi antidroni.

La notizia più recente, invece, è che Boeing ha scommesso fortemente sui droni per le consegne, risultando l’azienda con la maggiore quota di investimento nel round da 16 milioni per finanziare la startup americana Matternet, al quale hanno partecipato anche Swiss Post, Sony Innovation Fund e Levitate Capital.

Ecco la comunicazione direttamente dal profilo ufficiale Twitter di Boeing:

Matternet è una giovane e dinamica azienda americana con sede nell’innovativo distretto tecnologico di  Menlo Park, in California. Giusto per capire di chi stiamo parlando e in quale realtà sono finiti questi finanziamenti, l’anno scorso Matternet è stata la prima compagnia al mondo a ricevere l’autorizzazione per operare coi droni in aree densamente popolate in Svizzera, conducendo voli per il trasporto di campioni e prodotti medici medici su richiesta degli ospedali, in collaborazione con le Poste Svizzere. Quest’anno, invece, la startup è stata coinvolta nel Programma Pilota di Integrazione degli Uav della FAA (l’Enac americana), per lavorare al trasporto via drone di forniture e campioni medici tra università e ospedali in California e North Carolina.

Siamo eccitati di lavorare con Boeing, i pionieri dell’aviazione commerciale sicura, per rendere mainstream questo nuovo sistema di trasporto” ha detto Andreas Raptopoulos, fondatore e CEO di Matternet. “Mentre crescono le operazioni di Matternet negli USA e nel mondo, lavoreremo con Boeing per rendere le reti logistiche aeree di prossima generazione una realtà e cambiare le nostre vite di tutti i giorni“.

Insomma, se da un lato la consegna via drone di prodotti di largo consumo stenta ancora a decollare in virtù delle complesse dinamiche di sicurezza pubblica, quella legata prodotti di specifici e di prima importanza continua a fare progressi che con i soldi, l’influenza e il know-how di un gigante come Boeing diventano sempre più concreti, con la possibilità di aprire la strada, o meglio i cieli, anche ai mercati paralleli.

410 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: