Drone abbattuto nelle Marche, era comandato da un pilota professionista

0

Non è la prima volta che un drone civile di quelli con la telecamera utilizzata per fare rilievi e ispezioni viene abbattuto a fucilate!

Saltuariamente succede negli Stati Uniti, laddove la armi circolano più liberamente, ma anche in Italia sei mesi addietro, quando i carabinieri durante un appostamento lo hanno abbattuto a colpi di di armi da fuoco, in quanto probabilmente manovrato da malintenzionati durante un’azione in incognito e in appostamento.
E persino nello scorso ottobre 2017 nel mantovano, un cacciatore infastidito dal volo del drone, lo ha abbattuto a colpi di fucile da caccia.

A Porto D’Ascoli invece, martedi pomeriggio un drone è stata colpito e abbattuto da colpi di fucile.
In questo caso però. non si trattava del drone del solito curioso incurante delle leggi sulla privacy che sorvolava, magari una proprietà privata, ma di un pilota professionista, in regola e in possesso di attestato di pilotaggio remoto che stava svolgendo alcuni rilievi per conto della Regione.
E’  stato lui stesso a sporgere denuncia ai carabinieri, che ora si dovranno occupare di scoprire chi abbia compiuto un gesto tanto insensato quanto  pericoloso.

 

6613 visite
Commenta:

Segui DronEzine sui social: