Usa, FAA avverte: attenti alle truffe sulle registrazioni dei droni!

0

Nei vari paesi del mondo, le autorità normative competenti sui droni affrontano da anni un difficile percorso lungo una strada accidentata, fatta di una materia molto giovane e un linguaggio spesso troppo complicato rispetto alle conoscenze dell’individuo medio a cui il regolamento si rivolge (ad esempio i molti hobbysti). Il tutto senza considerare che la direzione di questo cammino può essere improvvisamente stravolta dall’innovazione tecnologica, una variabile in grado di rendere in poco tempo desueta una norma che sembrava idonea solo pochi mesi prima.

E se le cose non sono facili per i legislatori, immaginate come può apparire ad una persona comune l’idea di affrontare l’iter burocratico finalizzato alla registrazione del velivolo, uno step che a quanto sembra sempre più paesi stanno prendendo in considerazione per motivi di sicurezza.

E così, come spesso accade quando si crea una distanza tra enti regolatori e cittadini, trovano spazio e terreno fertile consulenti più o meno corretti che offrono il loro intervento per svolgere le pratiche necessarie e risolvere il problema. Peccato che a volte le cose siano più semplici di quanto sembri, e che con un po’ di buona volontà, una spesa minima e pochi minuti di tempo si possa fare tutto da soli, risparmiando dei soldi e soprattutto evitando di esporsi al rischio di truffa.

È proprio questo il messaggio che la FAA, l’Enac americana, ha tenuto a sottolineare nei giorni scorsi, ribadendo a tutti i dronisti, specie gli hobbysti, che per registrare il proprio drone non serve altro che seguire la procedura sul sito FAADrone Zone, che richiede meno di 5 minuti e costa appena 5 dollari. “Ti consigliamo fortemente di registrare il tuo drone solo su FAA Drone Zone. È l’unico modo per essere sicuro che il tuo drone è registrato legalmente e che i tuoi soldi sono stati spesi bene“, dice la Federal Aviation Administration.

851 visite
Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: