Campanile in pericolo, arrivano i pompieri col drone

0

Belluno 8 luglio 2014. Il campanile di Santo Stefano manifesta segni di sofferenza e l’amministrazione pubblica teme una caduta di materiali dalla cuspide. Vista l’altezza superiore a 30 metri e le evidenti difficoltà per effettuare un sopralluogo, i Vigili del Fuoco decidono di richiedere l’intervento del Nucleo Elicotteri di Venezia. Dopo qualche ora il corpo speciale si presentata in gran forze, ma senza aeromobile convenzionale. Dal interno di un furgone sbuca un velivolo a Pilotaggio Remoto un SAPR – come viene definito dal regolamento ENAC.  Un esacottero dal peso approssimativo di 6/8 Kg dotato di video camera ad alta risoluzione e pilotato da due operatori, uno per il movimento della attrezzatura fotografica e l’altro per il controllo del drone.

pompieri-drone

 

«Un intervento innovativo e di tale qualità da lasciare stupiti noi in primis», spiegato Fabio Jerman, funzionario del Comando provinciale. «Le foto scattate dal drone ci hanno fatto capire che la situazione non è poi così grave, anche se è urgente rimuovere la pianta per azzerare il pericolo di distacchi: intervento che effettueremo già nei prossimi giorni. Abbiamo approfittato dell’intervento, inoltre, proprio per testare questa nuova tecnologia che, è innegabile, rappresenta un grosso passo avanti per quanto riguarda la nostra attività».

 

Fonte Corriere delle Alpi

2433 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: