#IoVoloTrecentino, scommessa vinta: il corso online sui droni inoffensivi piace e convince

0

Scusate il ritardo: dopo quattro anni e mezzo, si aprono alla didattica a distanza i corsi #IoVoloTrecentino. Lezioni per chi vuole imparare le tante cose che bisogna sapere per diventare operatori di droni inoffensivi sotto  300 grammi.
E dunque volare anche per lavoro senza patentino, sulla gente e in città.
Il primo webinar, concluso il 26 ottobre,  ha fatto il pieno di allievi, che si sono detti più che soddisfatti dell’esperienza.
Un successo che ci lusinga e ci spinge a riproporlo il 28 e 29 novembre prossimo.
Ma viva la libertà di scelta, continueremo anche a offrire i corsi in aula, nella rete di scuole riconosciute ENAC partner del progetto: prossima data “fisica”, a Milano il 21 novembre 2018

Iscriviti anche tu ai webinar o corsi in aula #IoVoloTrecentino!

Gli attestati di partecipazione pronti per essere imbustati e spediti agli allievi del webinar concluso il 26 ottobre 2018

Imparare a distanza piace. Un successo che ha stupito per primi noi che il corso l’abbiamo tenuto. Non era una scommessa facile: diventare con successo piloti (anzi, operatori) di SAPR inoffensivi, e quindi volare per lavoro in città e sulle persone senza bisogno di un costoso e impegnativo attestato di pilota remoto non è facile come sembra. Anzi, le cose da sapere sono proprio tante. Le regole dell’aria, per dirne una. Leggere le carte aeronautiche, sapere come destreggiarsi tra la burocrazia di Enac, come preparare la manualistica e i documenti obbligatori, sapere nel concreto quando e come chiedere un NOTAM o un permesso per operare in un area P,D,R. Sopravvivere alle clausole degli assicuratori, sapere come comportarci di fronte a un assembramento, anche banalmente come compilare la dichiarazione di rispondenza del nostro SAPR trecentino non si imparano per scienza infusa.

Il webinar? Meglio dell’aula. Parola dei partecipanti.

Occorre l’umiltà e la voglia di imparare. La scommessa era che si può imparare anche online, e ci trovavamo di fronte all’impresa non facile di mantenere l’altissimo standard di qualità dei corsi in aula: fin dall’inizio, dal lontano marzo  2014, quando a Prato aveva debuttato il primo corso #IoVoloTrecentino targato DronEzine, abbiamo puntato sulla qualità, decidendo di tenere corsi solo nelle scuole riconosciute da ENAC, le stesse che rilasciano  gli attestati di pilota remoto e in moltissimi casi formano anche i piloti di aeroplani. Sarebbe stato possibile ricreare il feeling di una classe, dove ci si confronta a tu per tu con gli istruttori, usando solo telecamera e tastiera? La risposta dei partecipanti la webnar è stata entusiasmante, inaspettata e positiva: non solo il webinar è perfettamente all’altezza della lezione tradizionale, a detta di chi ha partecipato, ma è addirittura meglio della lezione in aula per quasi il 75% dei partecipanti. Incredibile ma vero, nessuno ha sentito la mancanza dell’aula.

 

Certo, il vero plebiscito che vede il webinar prevalere sull’insegnamento in aula va letto anche alla luce del fatto che il sondaggio è stato fatto su persone che si erano iscritte proprio a un webinar, ma non è che sia stata una scelta sempre libera: alcuni dei partecipanti si erano iscritti a corsi in aula, ma poi hanno deciso di rinunciare e unirsi al webinar per diversi motivi: o perché il corso in aula non si è potuto tenere (come nel caso di Milano, che è stato rinviato all’ultimo momento) o perché impegni personali hanno impedito loro di partecipare ai corsi in aula.

La distribuzione geografica dei partecipanti al primo webinar DronEzine.

Magari semplicemente perché abitano in aree dove i corsi in aula di DronEzine stentano ad attecchire: purtroppo notiamo un ampio divario di interesse tra Nord e Sud, e in molte regioni meridionali pur avendo delle scuole ove offrire i corsi, è raro che si riesca a mettere insieme una classe: un problema particolarmente sentito in Campania, Puglia, Calabria e Basilicata. Le scuole ci sono, gli allievi no. Ora Grazie ai webinar, anche gli aspiranti operatori delle regioni in cui l’interesse verso i trecentini è molto scarso hanno l’opportunità di ricevere la formazione professionale necessaria senza doversi sobbarcare faticose e costose trasferte.

In effetti, proprio il rinvio per cause non dipendenti da Dronezine del corso di Milano ci ha convinto ad allargare la platea del webinar, inizialmente previsto con un tetto massimo di 10 partecipanti, ma online ci siamo trovati in 17, tra istruttori e partecipanti. Cosa che non ha intaccato minimamente l’ottima esperienza vissuta dai partecipanti, anche qui sorprendentemente alta: o buona o ottima, nessun commento negativo.

E questo anche se sul piano strettamente tecnico non tutto è filato sempre liscio, qualche problemino c’è stato, come spesso capita quando si tratta di macchine e reti, ma nulla a cui non si sia potuto ovviare con un poco di pazienza:

Problemi risolti dunque, e così tutti, ma proprio tutti, hanno potuto seguire i lavori senza problemi. Per la cronaca, il 71% dei partecipanti ha seguito i lavori con uncomputer, il 29% con uno smartphone Apple, curiosamente a questo giro  nessuno si è collegato con un tablet o un telefonino Android.

Ma quello che ci inorgoglisce di più è la lusinghiera opinione che i partecipanti hanno avuto sul conto dei docenti e della loro esposizione, premiando il loro sforzo  per cercare di rendere comprensibile quello che facile non è, la burcrazia Enac e i concetti base della legislazione aeronautica e del diritto comune che impatta sul volo dei sapr, anche microscopici: Che la materia sia complessa lo dimostra anche il fatto che, nonostante le oltre 6 ore di corso divise in due giornate,  e nonostante il fatto che i docenti siano stati unanimamente ritenuti preparati se non addirittura  molto preparati,  a diversi partecipanti qualche dubbio è rimasto. Ma siamo certi che lo potranno risolvere grazie ai manuali in carta e digitali che sono stati forniti loro con il corso, con l’impegno quotidiano di DronEzine nell’informare attraverso la rivista in carta, i libri, le guide video e le pagine social.

Non dovesse bastare, i partecipanti sanno che potranno sempre contare su di noi: al telefono, via chat o via email, ci saremo sempre per rispondere a qualsiasi dubbio, anche grazie ai consulenti legali ed esperti di normativa ENAC del Comitato Scientifico di DronEzine, sempre a disposizione dei soci e dei corsisti DronEzine.

Ci vediamo online (o in aula, se preferisci)

Il primo webinar, concluso il 26 ottobre scorso, è stato un esperimento. Un esperimento molto ben riuscito, e quindi organizzeremo con regolarità corsi online che si affiancheranno, senza sostituirli, ai corsi in aula nelle scuole ENAC in tutta italia.

La prossima data per il Webinar è fissata per il 28 e 29 novembre 2018, dalle 21:00 alle 23:00

Per l’aula, appuntamento è a Milano (Paderno Dugnano), presso AprFlyTech, via Costantino Nigra, corso serale ore 20:0023:00 

La quota di partecipazione è di 99 euro compresi i kit per la trecetizzazione di Anafi, Tello e Spark, un anno di associazione a Dronezine digital, manuale e logbook obbligatorio. L’associazione compresa nel pacchetto consente di stipulare le polizze low cost per i trecentini: 50 euro/anno per Tello, 100 per ogni altro trecentinoI

nformazioni e iscrizioni: dronezine.it/300ino

1316 visite

Commenta:

Segui DronEzine sui social: