Un drone per la Polizia Locale di Cervia contro gli abusi edilizi e la sicurezza il comune di Cervia

0

Cervia nota località turistica della riviera romagnola sempre all’avanguardia per quanto consiste le offerte al villeggianti, non rimane indietro nemmeno quando si parla di tecnologia.
Dal 5 ottobre la Polizia Locale del piccolo comune confinante con Milano Marittima ha a disposizione un piccolo drone da utilizzare per monitorare il territorio e il turismo.

Un drone per la Polizia Locale di Cervia per il controllo del territorio e il turismo

Un progetto per ora unico in Italia, sopratutto per quanto riguarda il protocollo di volo che verrà adottato dai due dipendenti comunali che sono in possesso di un attestato di  pilotaggio remoto, conosciuto dai lettori come “patentino“.
Dal momento che la zona del comune insiste dentro una ampia zona CTR e sopratutto nella ATZ  dell’aeroporto militare di Pisignano, i voli dei droni, devono essere autorizzati da ENAC e ENAV. Divieto assoluto quindi per i droni amatoriali, quelli usati a scopo hobbystico e soggetto a restrizione per i SAPR, i droni professionali.


Il protocollo di intesa per permettere al SAPR del Comune d Cervia di volare in deroga alle restrizione applicate sulla zona  consiste in un dialogo tra i piloti comunali  con la torre di controllo dell’Aeroporto Militare, durante tutte fasi del volo: prima del decollo, durante la missione e alla fine della stessa.

Mappa delle restrizioni di volo, ricavata dal sito D-Flight

“Questo progetto unico in Italia tra i Comuni sarà utile alla sicurezza, monitoraggio del territorio e turismo – dichiarano il Sindaco Luca Coffari e l’Assessore alla Polizia Locale Gianni Grandu. È stato possibile realizzarlo grazie alla positiva sinergia istituzionale tra 15° Stormo, Enac e Comune e sarà uno strumento utile e dinamico per il controllo del territorio ma anche per raccontarlo con immagini e video dall’alto durante tutto l’anno”.
Il drone verrà quindi utilizzato per combattere l’abusivismo edilizio, per controllare eventuali discariche abusive, durante i rilevi per incidenti stradali e anche per realizzare emozionanti video promozionali da usare per valorizzare le bellezze del territorio.

foto (c) Cooperativi Bagnini Cervia – sito www.spiaggecervia.it

Rispetto e attenzione ai divieti di sorvolo per i droni con analisi dei video presenti sui social

Sempre sul sito del Comune compare un importante nota relativa ai dronisti spericolati e incuranti delle regole.
“La Polizia ha iniziato a effettuare controlli e indagini anche sugli autori di video realizzati con droni e pubblicati su Internet. E anche la Questura di Ravenna, sensibile al problema, ha istituito un apposito servizio presso la Divisione Amministrativa, che si occupa dei droni.”

Questo è quanto si legge nel comunicato ospitato sulle pagine del sito istituzionale del comune di Cervia che prosegue con : “La Polizia Locale invita la cittadinanza cervese alla massima collaborazione per segnalare piloti di droni abusivi e situazioni sospette: è sufficiente chiamare il Numero Unico di Emergenza 112.”

Fate attenzione quindi  turisti stranieri o nazionali perché  oltre alle ronde con i fuoristrada di servizio sulle spiagge di competenza, sarà prestata una maggiore attenzione anche ai voli di piloti non autorizzati.

fonte sito Comune di Cervia

1145 visite

Commenta:

Segui DronEzine sui social: