Dronezine augura Buone Feste a tutti gli appassionati di droni

0

Alla vigilia delle festività natalizie tutto la staff di Dronezine la prima rivista italiana sui droni, vuole augurare a tutti i suoi lettori e abbonati un Felice Natale e un prospero e ricco 2019.

Negli ultimi tempi l’utilizzo dei droni sia amatoriali sia professionali si è ulteriormente consolidato, prendendo sempre più spazi all’interno delle trasmissioni televisive, mostrando come i velivoli a pilotaggio remoto possano essere utili in caso di calamitò ed emergenze.

Il regolamento italiano, si sta spostando e allineando a quello europeo proposto da EASA e approvato dalla Comunità Europea. Insomma possiamo affermare la rivoluzione è iniziata e non si fermerà presto.
Certo nonostante le normative qualche piccolo incidente di percorso succede ancora. E sarebbe improbabile che questo non potesse accadere.

Nonostante l’alto numero di droni in circolazione, ancora nessun incidente grave: solo fortuna?

Qualche drone si avvicina troppo agli aeromobili tradizionali. Qualche altro drone si intromette nei sentieri di decollo e atterraggio.
Qualche drone è finito addosso a qualche persona ferendola per fortuna in maniera non grave. Che dire? Che tutto sommato, considerando i milioni di velivoli a pilotaggio remoto, considerando sia i piccoli giocattoli, sia quelli professionali. E’ andata e sta andando veramente bene.
Questo può voler dire solo due cose: O che abbiamo una fortuna incredibile, ma noi non crediamo troppo nella fortuna. O che effettivamente la pericolosità di questi mezzi volanti a pilotaggio remoto è abbastanza ridotta.
Ovvio che devono essere ridotti al minimo le attività borderline e pericolose per l’aviazione generale.

Tutto sommano i professionisti riescono a lavorare compilando le necessarie scartoffie

Tolto questo, anche il settore professionale è oramai maturo. Chi vuole lavorare non si perde d’animo e sbriga anche la parte burocratica.
Certo se in un prossimo futuro ci fosse anche un alleggerimento dei tempi della burocrazia e non solo del monte ore necessario per conseguire l’attestato di pilotaggio remoto – quello comunemente conosciuto come “patentino” –  saremmo ancora più contenti; ma non disperiamo.

A Natale, regala o fatti regalare un drone, ma attenzione ai bambini e ai ragazzi

Sappiamo per certo che il drone potrebbe, essere un regalo tecnologico molto ambito quest’anno. Ricordando che ci sono effettivamente dei rischi di fare male a qualcuno,  pretendiamo che i genitori o i parenti stiano vicini ai ragazzi e che gli facciano rispettare le basilari norme di sicurezza per la loro incolumità. Le eliche anche se di ridotte dimensioni possono provocare piccoli tagli o abrasioni. Non fate volare i droni in prossimità di aeroporti, stazioni, o sopra alla testa della gente. Insomma leggete i manuali d’uso all’interno della confezione appena aperta e vedrete che piccoli o grandi che siano, tutti si divertiranno con questi oggetti volanti a pilotaggio remoto.

 

Auguri consapevoli e responsabili a tutti quanti, di un sereno Natale e Felice Anno Nuovo.

591 visite
Commenta:

Segui DronEzine sui social: