Tempesta europea sulle scuole per droni? Vola trecentino!

0

Lo tsunami europeo sta per investire le scuole di volo: in vista una drastica diminuzione delle ore di volo, poca chiarezza su quello che succederà agli attestati con le future regole comuni europee e come cambierà la formazione dei piloti di volo quando la transazione sarà completata. La soluzione? Cominciare a lavorare con i trecentini, senza patentino, in città e sulla gente. Magari con un corso per imparare le regole dell’aria, che resteranno tali anche dopo EASA

Il primo febbraio prossimo ENAC incontrerà le scuole di volo per spiegare loro la sua visione della formazione professionale dei piloti di SAPR: alle porte c’è una rivoluzione destinata a rendere molto meno centrale la figura del Centro di Addestramento, visto che nelle linee guida in discussione a Bruxelles c’è anche l’ipotesi che per le operazioni che oggi consideriamo specializzate ma non critiche, se condotte con un drone del peso paragonabile a quello di un Mavic pro, il patentino non servirà del tutto ma basterà rispondere a una quarantina di domande in un questionario online. I piloti che l’attestato l’hanno già preso, con sacrifici economici e di tempo, aspettano col fiato sospeso per sapere cosa sarà del loro attestato quando la rivoluzione sarà completata.

In questa situazione di scarsa chiarezza e regole in rapido mutamento, chi deve cominciare a lavorare subito e non può aspettare che le euroregole EASA entrino in vigore (si parla di un paio d’anni) ma nemmeno vuole rischiare di intraprendere un percorso formativo che potrebbe perdere di valore nel medio periodo,  potrebbe prendere in considerazione l’idea di cominciare a operare legalmente con un SAPR inoffensivo sotto i tre etti e aspettare che il quadro normativo si schiarisca prima di fare il grande passo e diventare pilota di SAPR.

Ecco dunque 5 ottimi motivi per cominciare a lavorare da subito con un trecentino

1. DRONE LEGGERO, FORMAZIONE LEGGERA

Un trecentino è un SAPR, non un aeromodello: deve essere registrato a ENAC ma non richiede attestato di pilota remoto. Bisogna però conoscere le regole dell’aria, che non sono in discussione nemmeno quando arriveranno le regole europee, ma quello che c’è da imparare lo si può apprendere con meno di cento euro in poche ore seguendo i corsi #IoVoloTrecentino di DronEzine, comodamente online oppure attraverso una scuola di volo riconosciuta da ENAC su tutto il territorio nazionale. Inoltre anche se le future regole EASA dovessero abbassare il limite dell’inoffensività a 250 grammi, cambia poco, la formazione resterà comunque valida: VEDI I CORSI LIGHT PER TRECENTINI

2. UN TRECENTINO SERVE SEMPRE, UN SAPR PIU PESANTE CHISSA’

Un trecentino è molto più di un aeromodello, ma non solo: è anche molto più flessibile di un SAPR che richiede attestato. Il trecentino è  l’unica macchina che può volare sulle persone (non in assembramento), trasforma in non critiche tutte le operazioni specializzate, anche in città. Non richiede mai cavo di vincolo, in nessuno scenario: di fatto è la macchina ideale per tutte le videoriprese e l’aerofotogrammetria in ambiente urbano. Tant’è vero che tutti i professionisti che fanno operazioni importanti hanno anche un trecentino, che spesso è proprio quello che si “smazza” il grosso del lavoro.    APPROFONDIMENTO: TRECENTINI SULLE PERSONE

3. LEGGERO MA POTENTE

Oggi ci sono trecentini capaci di fare riprese di qualità in 4K: sono stati utilizzati per le riprese ufficiali della Stramilano sia nel 2017 che nel 2018; sono stati usati di sera su Piazza Duomo piena di 40 mila persone per le riprese dell’accensione dell’Albero di Natale di Sky, a Bologna per la pubblicità del car sharing di Enel, a Roma per aerofotogrammetria scientifica del Colosseo. Tutte cose che senza i superpoteri dei trecentini non si sarebbero potute fare del tutto.

4. DRONE LEGGERO, ASSICURAZIONE LEGGERA

Essendo SAPR e non aeromodelli, i trecentini devono essere assicurati come aeromobili. Ma grazie al fatto di essere legalmente inoffensivi, DronEzine è riuscita a convincere le compagnie assicuratrici a fare polizze per i nostri soci a prezzi estremamente convenienti, a partire da appena 50 euro all’anno  → APPROFONDIMENTO: POLIZZE PER TRECENTINI 

5. CONVERSIONE E REGISTRAZIONE FACILISSIMA

Come tutti i SAPR, anche i trecentini hanno bisogno di manuali aeronautici, logbook e registrazione a ENAC. Tutte cose che puoi fare in pochi minuti e con meno di 10 euro grazie alla documentazione e ai prodotti editoriali di DronEzine. Dovrai comunque pagare a ENAC i 94 euro di diritti, ma questa tassa si paga una volta sola, se in futuro vorrai aggiungere altri SAPR (trecentini o più pesanti) non dovrai più pagare di nuovo.

 

3524 visite

Commenta:

Segui DronEzine sui social: