Controllo del traffico aereo con i droni, INDRA presenta la sua soluzione

0

E’ indubbio si tratta del business del futuro. La gestione e il controllo del traffico aereo effettuato dai droni, ovvero i sistemi a pilotaggio remoto o senza pilota a bordo, stando alle previsioni mondiali occuperà una importante fetta economica per i costruttori e i manutentori di tale tecnologie.
Non si tratta quindi solo di identificare remotamente i dispositivi a pilotaggio remoto, cioè i droni in volo, ma anche gestire la loro integrazione con lo spazio aereo occupato dalla Aviazione Generale.
La maggior preoccupazione dell’invasione – pacifica – dei droni sui cieli di tutto il pianeta, non è solo quella per la salute e l’incolumità delle persone a terra presenti e conoscenti o meno del fatto che in quel momento un velivolo senza pilota a bordo, stia sorvolando la sua testa, ma forse molto più importante, è il fatto che tale drone possa impattare su un aeromobile, aereo o elicottero che sia causando danni davvero importanti e con disastrose conseguenze.

L’introduzione della identificazione remota diretta, introdotta dal comitato EASA e introdotta con buone probabilità, anche nel futuro Regolamento Unico Europeo una volta applicabile su tutti i Paesi della Comunità Europea, implica quindi non solo il tracciamento del drone in volo, ma anche la conoscenza della sua posizione e della sua rotta. Tali dati serviranno poi a chi si occupa del controllo del volo aereo civile, nel caso italiano ENAV, per poter gestire e coordinare tale integrazione. Un lavoro gravoso quello della gestione del traffico aereo tra droni e aeromobili tradizionali che potrebbe portare i sistemi informatici a un livello di stress molto alto.

Allo stesso modo i competitors che presentino soluzioni per la gestione di un sistema chiamato UTM Unmanned Traffic management sono diversi.
Pubblichiamo a seguire un comunicato stampa di INDRAuna delle principali società globali di consulenza e tecnologia e partner tecnologico per le operazioni chiave dei propri clienti in tutto il mondo. È un fornitore di soluzioni proprietarie in specifici segmenti dei mercati del Trasporto e della Difesa ed è la società leader nella trasformazione digitale e nell’Information Technology in Spagna e America Latina attraverso la sua filiale Minsait.
In Italia Indra conta circa 1000 professionisti che lavorano presso le sedi di Roma, Milano, Napoli e Matera. La società ha sviluppato competenze avanzate in ambiti innovativi come Content & Process Technologies, Customer Experience Technologies, Solutions Architects e Data & Analytics,”


INDRA lancia Air Drones la nuova soluzione per gestire il traffico dei droni

Indra, una delle principali società globali di tecnologia e consulenza, presenta Air Drones, il set di soluzioni più avanzato sul mercato per gestire il traffico dei velivoli a guida autonoma, che partirà nel breve-medio termine nello spazio aereo a bassa quota (sotto i 150 metri) della maggior parte delle città e dei paesi del mondo.
Progettata per garantire la sicurezza delle operazioni aeree dei droni che voleranno in ambienti urbani densamente popolati, aree rurali e vicine agli aeroporti, dove i requisiti di sicurezza sono esigenti, è la prima soluzione globale in grado di offrire la flessibilità e la capacità di adattamento necessarie per gestire il traffico su qualsiasi scala: locale, regionale e di tutto il territorio.
I droni, sia quelli sofisticati che a basso costo, opereranno sempre più in uno spazio aereo altamente eterogeneo, in cui coesisteranno con elicotteri, aeroplani convenzionali e persino, in futuro, con i servizi di Urban Air Mobility (UAM).

Per questo motivo, Indra dispone anche di un sistema UTM (Unmanned Traffic Management) che è in grado di gestire tutto questo traffico, identificando gli aeromobili e controllando l’accesso e i movimenti in modo sicuro. Il sistema comprende una soluzione Hub UTM, che automatizzerà il coordinamento centralizzato degli attori coinvolti, tra cui operatori, fornitori di informazioni, autorità, ecc. Inoltre, faciliterà l’interconnessione con il sistema di traffico aereo (ATM) in tempo reale e in modo bidirezionale.
Per quanto riguarda Air Drones, la connessione dei velivoli verrà effettuata tramite la piattaforma UTM Connect, che fornirà l’accesso a tutti i servizi fornendo in tempo reale le informazioni necessarie per i droni.
Inoltre, la piattaforma è in grado di integrarsi con le soluzioni di rilevamento e neutralizzazione dei droni, integrandone le funzionalità. Per questo, Indra ha il proprio sistema, chiamato ARMS, utilizzato in numerosi aeroporti nel mondo.

Indra Air Drones offrirà infine un servizio smart, altamente digitalizzato e automatizzato che consente agli utenti di pilotare il proprio drone o flotta in piena sicurezza.
La leadership di Indra nella fornitura di sistemi di traffico aereo, con sistemi che gestiscono il traffico in 160 paesi, rendono la società il partner ideale per configurare uno spazio UTM di questo tipo che soddisfi i necessari livelli di sicurezza e protezione.
Indra offre servizi di consulenza ai propri clienti su tutti gli aspetti normativi necessari alla costruzione di uno spazio aereo di questo tipo, supportando le autorità anche sotto il profilo regolamentare. Inoltre, la società progetta roadmap personalizzate per indirizzare progressivamente la costruzione di questo tipo di infrastrutture, che sarà decisiva per lo sviluppo degli UAV e per le economie dei paesi e delle città più avanzate.

502 visite

Commenta:

Segui DronEzine sui social: