I canadesi vogliono comprare un drone cowboy

0

L’università canadese di Thompson Rivers vuole acquistare un drone per effettuare voli di precisione per spiare le mucche. E ha aperto un bando di gara in cui si legge che  “l’azienda vincitrice dovrà fornire un mezzo aereo senza pilota che possa individuare capi di bestiame anche nella foresta e anche scoprire i primi segni di malattia negli animali nelle mangiatoie delle fattorie”. i termini della gara sono stati pubblicat il 29 agosto scorso.

L’università canadese intende anche scoprire come gli animali tollerano i droni che volteggiano sulle loro teste, pardon, sulle loro corna. Altri esperimenti comprendono l’uso di scanner termici per vedere se qualche mucca ha la febbre nelle fattorie modello, in cui gli animali sono allevati ammassati gli uni agli altri; e un non secondario compito sarà usare le immagini termiche per monitorare l’efficienza metabolica dei bovini da carne, sottoposti a diete speciali per ingrassare in fretta.

Secondo un portavoce dell’università, l’idea di base è quella di usare i droni per aiutare gli allevatori a risparmiare tempo e denaro nella ricerca di animali malati o smarriti, in entrambi i modelli di allevamento canadesi e cioè mandrie allo stato semibrado e capi di bestiame rinchiusi nelle fattorie.

Se qualche produttore italiano volesse cimentarsi, il bando scade il 18 settembre e il drone deve essere consegnato entro il primo novembre. Tra le specifiche tecniche, il drone deve poter volare a 1200 metri sul livello del mare (4.000 piedi) nel rigido clima canadese (-20 gradi sotto zero). Decollo e atterraggio devono essere automatici, il controllo in volo avverrà a vista e le immagini devono poter essere trasmesse in diretta a terra.

741 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: