A nessuno piace il drone di Obama

0

DRONIOBAMAColpire il nemico con aerei robot, standosene comodamente seduti dall’altra parte dell’oceano, non è considerato per niente leale. E non stupisce che, da una ricerca condotta dall’istituto demoscopico americano Pew Institute, in sole tre nazioni al mondo i cittadini in maggioranza approvino l’uso dei droni in guerra: gli stessi Usa (e ci mancherebbe), il Kenya, (e vai a sapere perché), e Israele. 
(in verde i paesi favorevoli, in giallo i possibilisti, in rosso quelli che proprio non ne vogliono sapere)

Balance-of-Power40

Clicca per ingrandire

Israele in particolare è il Paese al mondo dove i droni ottengono più consensi, due cittadini su tre li approvano, mentre per contro i Territori palestinesi sono i paese che li aborre di più, convincono solo il 3% degli abitanti. Persino meno del Pakistan, dove i droni sulla testa qualcuno se li è presi, ma la percentuale di favorevoli pur restando minima è comunque doppia rispetto alla palestina, 5% del campione. In Europa sono possibilisti tedeschi e francesi, la percentuale di chi approva è del 45%, in Italia crolla al 23% e al 21% in Spagna.

Non ci sorprende affatto l’altra “scoperta” del Pew Institute, e cioè che le donne siano di gran lunga meno propense ad accettare i droni dei maschi: ogni 10 uomini a favore c’è una sola donna, un dato che ha sconcertato gli statistici del Pew Institute: “Nelle ricerche su scala globale notiamo spesso differenza rispetto al sesso, quando si tratta di questioni militari” dice il responsabile del survey, Bruce Stokes. “E di solito le donne sono meno propense degli uomini a pensare che l’uso della forza sia a volte necessaria. Ma nello specifico, sui droni, le differenze sono insolitamente notevoli”.

 

 

959 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: