Voli per hobby? Vola sicuro e nel rispetto delle leggi !


I consigli di Donatello, drone aeromodello

Senza titolo-2

  • I droni sono divertenti, ma non sono giocattoli. Il loro uso è regolamentato dalla legge, e in particolare dal regolamento ENAC per i velivoli a pilotaggio remoto.
  • Contrariamente a chi vola per lavoro, chi vola per hobby non è obbligato ad avere un patentino, un assicurazione e nemmeno fare una visita medica. Ma ci sono lo stesso alcune cosa da sapere, ecco le più importanti:
TUTTI POSSONO FARE AEROMODELLISMO
e quindi volare per hobby e per sport. Anche i minorenni.
TUTTI I DRONI FINO A 25 KG
possono essere usati come aeromodelli, senza patentino, per hobby e sport. Qualunque sia la telecamera che montano. E si possono usare le funzioni di volo automatico (RTH, Follow Me, rotte GPS) finché il volo avviene nel campo visivo del pilota ed entro i limiti di quota e distanza degli aeromodelli. E’ invece vietato il volo autonomo, cioè in assenza di pilota.
6

Tu sei il responsabile del volo, e devi scegliere un posto adatto dove non c’è il rischio di danneggiare persone e cose. Non si vola mai sulla gente, strade, case. approfondisci

9

Puoi volare senza patentino solo per divertimento e per sport: se invece voli per lavoro devi avere fatto una scuola di volo ed essere autorizzato da ENAC. (per il volo professionale senza patentino clicca qui)approfondisci

4Devi tenere una distanza minima di 5 km dagli aeroporti, sempre fuori dalle CTR e CTZ aeroportuali e devi poter vedere, evitare e farti vedere dagli aeromobili. E’ vietato il volo nelle zone regolamentate attive e delle zone proibite. approfondisci

8

Puoi volare all’altezza massima di 70 metri e allontanarti a una distanza massima di 200 metri. Si vola solo di giorno, mai di notte, e solo a vista e devi dare sempre la precedenza a tutti:parapendio, aeroplani, elicotteri eccetera.

5

Rispetta la privacy: puoi fare riprese private e postarle dove vuoi ma non puoi riprendere le persone nelle loro case, nel loro giardino o persone al lavoro.approfondisci

10

Rispetta i regolamenti e i divieti locali, le istruzioni delle forze dell’ordine e delle autorità; non puoi volare se il proprietario del terreno non è d’accordo.approfondisci

7

L’assicurazione non è obbligatoria se voli per divertimento o per sport, ma è consigliabile. Una polizza per hobbysti costa davvero poco e fa volare tranquilli.approfondisci

11

Ricordati che le eliche possono causare ferite profonde e se maltrattate le batterie LiPo possono esplodere. Controlla sempre il tuo drone prima di volare!approfondisci

 

Faq Hobby

270x270iovolosicuro1. Che differenza c’è tra un SAPR e un aeromodello?
Esclusivamente l’uso che se ne fa. La stessa macchina (per esempio un Phantom o un BeBop Parrot) è un aeromodello – e quindi per definizione NON è un aeromobile –  se la si usa per scopi ricreativi e sportivi, ma diventa un SAPR (e quindi un aeromobile) se la si usa per qualsiasi altro scopo, dal lavoro aereo alla ricerca. 

2. Ci sono limiti di peso o di payload per gli aeromodelli?
La stragrande maggioranza dei droni, quelli sotto i 25 kg, possono essere usati anche dai minorenni fuori dai campi volo, in un posto scelto dal modellista dove non c’è il rischio di danneggiare persone o cose. Invece se gli aeromodelli hanno una massa uguale superiore a 25 kg (e comunque non superiore a 150 kg) possono volare solo nei campi volo e solo in questo caso gli aeromodellisti devono essere maggiorenni.Su un aeromodello utilizzato in un luogo aperto al pubblico non possono essere installati dispositivi o strumenti che ne configurino l’uso in operazioni specializzate. Ma ciò non si applica alla camera di bordo, qualunque sia la sua risoluzione, in quanto le riprese private non configurano in nessun caso una operazione specializzata.

3. Come aeromodellista posso volare in città?
No. Mai, per nessun motivo.

4. Ho sentito dire che c’è un limite di peso a 300 grammi (o due chili) per i droni hobbystici
Non è assolutamente vero, gli aeromodelli (e quindi i droni usati per hobby) fino a 25 chili, che è una massa enorme,  non hanno categorie di peso. 300 grammi, 2 chili, 4 chili sono invece categorie dei SAPR, i droni usati per lavoro.

5. Con un drone che pesa meno di 300 grammi posso fare lavoro aereo senza essere riconosciuto da ENAC?
No. E’ vero che i SAPR da 300 grammi non richiedono attestato di pilota remoto, ma sono comunque SAPR e l’operatore/pilota deve comunque essere riconosciuto da ENAC. E il micro drone è comunque un SAPR, se usato per lavoro, quindi deve essere anch’esso riconosciuto da ENAC e assicurato come SAPR inoffensivo. Trovi molte informazioni qui. 

6. Come aeromodellista quando posso volare lontano e in alto?
Se non hai l’attestato di aeromodellista (rilasciato dall’AeCI) l’altezza massima è 70 metri e il raggio massimo 200. Se hai l’attestato di aeromodellista la quota massima non è definita dal regolamento Enac e il raggio massimo resta sempre 200 metri.  

7. Per volare per divertimento ho bisogno di un patentino?
No. Chiunque può fare aeromodellismo senza bisogno di attestati, anche i minorenni.

8. Per volare come aeromodellista devo avere l’attestato di aeromodellista?
Non è obbligatorio, ma con l’attestato puoi volare più in alto (oltre 70 metri, ove consentito) e usare droni enormi, oltre i 25 chili

9. Come aeromodellista posso volare solo nei campi volo?
No. L’Articolo 35 del regolamento ENAC è chiarissimo: l’attività aeromodellistica deve svolgersi in un luogo adatto, selezionato dall’aeromodellista, dove non ci sia il rischio di danneggiare persone e cose: il comma 3/d specifica che il volo “sia effettuata in aree opportunamente selezionate dall’aeromodellista, di raggio massimo di 200 m. e di altezza non superiore a 70 m., non popolate, sufficiente lontane da edifici, infrastrutture e istallazioni, all’esterno delle ATZ istituite o ad una distanza di almeno 5 km dal perimetro di un aerodromo privo di ATZ. Non è consentito il sorvolo delle aree proibite o regolamentate” e nemmeno l’accesso alle CTR.
Ma se il tuo drone pesa oltre 25 chili (e quindi è davvero enorme, per capirci un Phantom pesa un chilo e mezzo) puoi volare solo nei campi volo e devi avere l’attestato di aeromodellista.

10. Dove Posso volare?
Oltre a rispettare i limiti di distanza, altezza ed essere lontano da persone e infrastrutture (leggi bene sopra) non devi essere vicino ad aeroporti o dentro a CTR (zone a traffico aereo controllato) o a obiettivi sensibili (Carceri e altri edifici governativi)
Per sapere con esattezza dove si trovano queste zone leggi questo articolo che indica dove e come trovare le mappe aeree italiane, per sapere dove si possa volare senza violare alcuna regola.

11. Come aeromodellista devo essere assicurato?
La legge non ne parla, ma assicurarsi è una buona idea: una polizza per il volo aeromodellistico costa poco e fa volare sicuri

12. Come aeromodellista posso fare riprese aeree?
Certamente, ma solo riprese private. E puoi postarle dove vuoi,

13. Come aeromodellista posso volare in FPV?
La legge prescrive che l’aeromodellista abbia sempre il controllo a vista dell’aeromodello, vola solo di giorno a vista e  senza ausili ottici o elettronici, ma non proibisce di ricevere sulla radio o su un cellulare o su uno schermo le riprese della camera di bordo:  basta che il modello sia sempre in contatto visivo con l’aeromodellista, entro lo spazio aereo degli aeromodellisti (200 metri di raggio, 70 metri AGL)  e questi possa prendere in ogni momento il comando. Se si vola in FPV bisogna poter vedere il modello a occho nudo (o con lenti da vista), quindi se si usa un casco immersivo  la cosa migliore è essere in due; in questo modo il modellista senza casco può prendere subito il controllo, come prescrive la legge.

14. Come aeromodellista posso usare il GPS, il Return to Home, il Follow Me?
Si. Il regolamento ENAC specifica che “un aeromodello non può essere dotato di equipaggiamenti che ne permettano un volo autonomo”. Ma il volo autonomo è quello senza pilota, che al momento non è tecnicamente fattibile da nessun drone in commercio. Gli ausili alla navigazione (autopilota, rotte GPS, follow me eccetera) qualora avvengano entro lo spazio aereo degli aeromodellisti (200 metri di raggio, 70 metri AGL) e l’aeromodellista mantenga sempre lo stretto contatto visivo con il drone, senza ausili elettronici o ottici, è normale volo a vista VLOS perfettamente legale (anzi obbligatorio) per gli aeromodelli. 

Hai altri dubbi? Ti consigliamo la lettura del manuale Multicotteri e Droni edito da DronEzine

Per imparare correttamente l’uso hobbistico dei droni, consigliamo di partecipare ai corsi e webinar #IoVoloSicuro

122895 visite