Test: action cam Nilox Mini

0

IMG_0636

Abbiamo provato per voi la Nilox Mini: esteticamente ricorda la GoPro, ma costa un terzo della GoPro più economica, e promette bene. Non ha il WiFi ma ha un ottimo schermo posteriore dove studiare inquadrature e rivedere i filmati, non scende a 60 metri sott’acqua ma arriva comunque a 10, ottimo per fare snorkeling, non è FullHD ma si accontenta dell’HD Ready, non scatta foto a 11 megapixel ma fa dignitosissimi scatti a 5.

bannernilox

165 grammi, compreso l’hardware di montaggio, la batteria e lo scafandro stagno; non una piuma, ma abbastanza leggera per essere usata facilmente anche con un piccolo quadricottero, la Nilox Mini è un buon entry level per fare riprese aeree senza pretese. La macchina è semplicissima da usare: non ha alcuna regolazione, si monta, si accende e si registra, stop.

Noi l’abbiamo montata su un quadricottero IFLY-4 di Ideafly; anch’esso un entry level, la macchina giusta per muovere i primi passi nelle riprese aeree, molto facile da gestire, pronto al volo, molto stabile e con il barometro integrato per mantenere la quota automaticamente.

Tolta dalla scatola, apprezziamo la dotazione relativamente completa: cavo USB mini, fascia per tenerla in testa, staffa di montaggio dritta e curva per montarla sul casco (o sulla fusoliera di un aeromodello). Il manuale in italiano è semplice e chiaro, anche se IMG_0620serve a poco perché la piccola action cam non ha segreti: solo quattro tasti, che servono per accenderla/spegnerla, passare da foto a video, formattare la schedina (micro SD). Comandi che diventano solo due quando si monta lo scafandro: accensione e foto/video. Due parole sullo scafandro: robusto, semplice da aprire e chiudere, esteticamente gradevole con l’oblò stile sottomarino e la gomma arancione che lo sigilla, l’abbiamo provato immerso nella vasca dei pesci rossi e come ci aspettavamo non è entrata una goccia d’acqua. E ci mancherebbe altro, visto che Nilox lo garantisce stagno fino a 10 metri. Contrariamente alle action cam di fascia superiore, la Nilox Mini non ha un collegamento wifi col cellulare, ma in compenso ha un pratico monitor a colori da 2 pollici sul retro, che permette non solo di verificare l’inquadratura ma anche di rivedere immediatamente la ripresa una volta a terra.

VIDEO e foto
La Nilox fa filmati in formato 4:3, HD Ready, cioè 720p, alla risoluzione effettiva di 1 Megapixel; ottimi per il web e per video senza troppe pretese. Le fotografie invece sono a 5 megapixel (1920×2560), e a noi questa funzione non serve a molto, dal momento che non possono essere temporizzate per scattarle durante il volo. Il formato è AVI, formato molto pratico da montare, mentre le foto sono JPG. L’obiettivo è un F2, con una lunghezza focale 1,8: in altre parole, un grandangolo con circa 120 gradi di apertura, non modificabile in alcun modo. Una volta fatta partire la registrazione, segnalata dal monitor e dal lampeggiare di un led blu sul lato della Nilox, la registrazione non si interrompe finché non si preme nuovamente il pulsante oppure finché il file non raggiunge la dimensione massima, 4 GB; oppure naturalmente finché non si esaurisce lo spazio sulla schedina.

INSTALLAZIONE

IMG_0624Per poterla usare basta caricarla collegando il cavo USB in dotazione a un computer o a un caricabatterie Usb e inserire la SD micro (non in dotazione). Per montarla sul quadricottero invece bisogna arrangiarsi; la staffa di montaggio ha un piedistallo con un robustissimo adesivo 3M, che noi abbiamo sfruttato per incollare il piede a un DVD mini che abbiamo imbullonato con viti di nylon al nostro IFLY-4. Abbiamo riciclato il dvd con il software di installazione del quadricottero medesimo, allegato nella confezione, naturalmente copiando prima i file sul pc sennò sarebbe stato un discreto autogol. L’adesivo 3m è solidissimo, riteniamo sia più facile che saltino le viti di nylon che non il nastro.

IMG_0630Il problema di questo tipo di montaggio è che la Nilox sta appesa a testa in giù, e quindi la registrazione virene  capovolta; in mancanza di strumenti interni alla Nilox per girarlo, abbiamo usato una utility gratuita da scaricare sul web che si chiama Free video flip and rotate; ma naturalmente, tutti i programmi seri di editing video possono ruotare il file e rimetterlo a testa in su.

IN VOLO

Il piccolo IFLY-4 non ha avuto nessun problema a far volare la Nilox. I motori elettrici danno qualche piccola interferenza, i classici ondeggiamenti che si notano in questi casi, ma non particolarmente fastidiosi. Discreti i passaggi di luminosità chiaro/scuro, ottima l’ampiezza del campo visivo, che non è modificabile sulla piccola Nilox

 

PRO

  • Pratica
  • Economica
  • Esteticamente gradevole
  • Buon rapporto qualità/prezzo

CONTRO

  • Settaggi inesistenti
  • Montaggio capovolto per l’uso baricentrico sui droni
  • Mancanza di un temporizzatore per le fotografie

Ecco il video di prova:

5873 visite


Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: