Caccia alle streghe: la FAA setaccia Youtube e minaccia i dronisti

0

Occhio ai post su youtube: la minaccia viene dagli USA, ma non vorremmo che passasse anche da questa parte dell’Atlantico. La FAA, l’ENAC americana, al momento proibisce i voli professionali dei droni, anche se sta per pubblicare un regolamento che nei tratti salienti ricorda molto da vicino quello della nostra ENAC. E sta setacciando Youtube alla ricerca di filmati che potrebbero essere professionali, interpretando in modo molto, ma molto restrittivo il concetto di “professionale”.
A farne le spese finora è un appassionato americano, Jayson Hanes, “colpevole” di aver postato un video troppo bello sul Tubo (qui sopra). Come Google fa a sua discrezione e insindacabile giudizio, su quel filmato Youtube ci ha messo la pubblicità, e tanto è bastato per far scattare la procedura FAA che contesta all’aeromodellista di aver postato un video professionale.
Per ora si tratta solo di una lettera ufficiale, ma il principio è molto pericoloso: se la tesi della FAA avesse fondamento, qualsiasi video artistico e personale postato su Youtube potrebbe diventare retroattivamente “professionale” per il solo fatto di ospitare una pubblicità a pagamento che tra l’altro è gestita direttamente da Google e non è per nulla detto che si trasformi in un incasso per l’autore del video.
A poco valgono anche le obiezioni di alcuni legali americani, come il procuratore del Connecticut Peter Sachs, che sostiene che “vendere arte è un diritto inalienabile della persona, e al governo è proibito violare questo diritto”: anche perché ovviamente la questione non è vendere arte, ma come quest’arte è stata creata.

 

1281 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: