Gli aeromodelli della Nasa alla conquista dello spazio

0

dryden9-1380538049760

La Nasa ha droni enormi, tra cui un Predator militare modificato per lo studio dei tornado, eppure molte ricerche all’avanguardia vengono fatte con l’uso di aeromodelli che testano i concetti che stanno alla base dello sviluppo dell’astronautica del prossimo futuro. Nella foto, un curioso aliante bifusoliera che serve come modello dinamico per studiare l’aerodinamica dei vettori che in futuro porteranno i satelliti artificiali nell’alta atmosfera, per lanciarli in orbita dove l’aria è rarefatta e occorre meno carburante per sfuggire al pozzo gravitazionale della Terra.

Sia l’aliante sia il trainatore sono droni, nel senso che sono aeromodelli robot, proprio come saranno robotizzati ifull scale che nasceranno da questi esperimenti: un rimorchiatore senza pilota che porta in volo un aliante senza pilota che a sua volta trasporta un satellite artificiale…esatto, anche lui senza pilota. Ecco come funzionerà:

1123 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: