Cuba: cade l’ultimo tabù, autorizzati i voli dei droni

0

Raoul e Fidel Castro non amano i droni, e specialmente le loro telecamere volanti. Tanto che ai visitatori e turisti viene chiesto di lasciare a casa i droni e non provarci nemmeno a sollevarli nel cielo dei Caraibi, e chi ignora il “consiglio” si vede sequestrare il drone alla dogana. Ma nemmeno L’Avana riesce a fermare la rivoluzione dei robot volanti, così per la prima volta nella storia un gruppo di cubani è riuscito ad ottenere il permesso di girare video aerei dell’isola. E si copre che c’è un movimento semiclandestino di fan cubani dei droni, che usano materiale cinese per le loro creazioni fatte in casa, per aggirare l’embargo che impedisce il commercio tra Cuba e USA: non potendo accedere all’ecommerce, l’unico modo per procurarsi la componentistica della Repubblica Popolare è quello di contrabbandare eliche e centraline nelle valige degli amici così fortunati da potersi recare in Cina.  E adesso che il regime sembra ammorbidirsi, anche se con grande lentezza e i permessi sono dati con il contagocce, i dronisti cubani  hanno preso coraggio e vorrebbero organizzare addirittura un festival di foto e riprese aeree per mostrare al mondo la loro isola. E specialmente ai turisti americani, che dopo decenni di embargo di recente hanno visto cadere le barriere e potranno affollare le spiagge cubane..

941 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: