Fotokite, un drone al guinzaglio per foto aeree

0

drone-guinzaglio

Un drone sperimentale, collegato ad un cavo di rete e di alimentazione che può essere utilizzato per eseguire rilievi di carattere video fotografico, mantenendo sempre lo stesso angolo di ripresa. 

Sergei Lupashin ha un dottorato di ricerca presso l’Istituto Federale Svizzero di Tecnologia di Zurigo (ETH), e sta facendo il lavoro di post-dottorato con l’Università di Zurigo Robotics & Perception Group.

Non è un aquilone ma un drone robot volante

Non è un aquilone ma un drone robot volante

Sergei che è stato relatore alla conferenza su Droni di New York City (DARC), ha mostrato come un drone collegato ad un cavo di rete e di alimentazione potesse essere utilizzato per eseguire rilievi di carattere video fotografico, mantenendo sempre lo stesso angolo di ripresa. Una steadycam volante, che per l’appunto rappresenta una via di mezzo tra le riprese aeree effettuate con aquiloni e quelle eseguite con i droni multirotori. Un oggetto simile, per ambito militare e civile è visibile qui.

Se doveste decidere di provare questa esperienza di drone al guinzaglio, sappiate che la distanza massima per un guinzaglio estensibile in Italia è di 1,5 metri, ma la museruola in queto caso non è richiesta.

 

1417 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: