Dancing With Drones: i droni protagonisti di uno spettacolo rivoluzionario

0

E se di fronte ad uno spettacolo i droni non fossero solo soggetti passivi, semplici telecamere volanti costrette a riprenderlo, ma entrassero in gioco divenendo addirittura protagonisti? Questo è esattamente quello che succede in Dancing With Drones, uno show in cui droni in volo semi autonomo interagiscono con i movimenti dei ballerini, creando giochi di luce incredibilmente suggestivi.

Basta dare un’occhiata al video di presentazione sul sito ufficiale per restare completamente incantati dall’armonia dei giochi di luce creati dall’interazione tra i droni e il ballerino:

Il segreto dello Show

Meraviglie della tecnologia moderna? Ovviamente sì, ma dietro Dancing With Drones, il primo “multimedia drone show” al mondo, c’è anche e soprattutto il tanto lavoro di alcuni tra i più talentuosi artisti e scienziati del mondo, che solo uno spettacolo tanto innovativo poteva riuscire a mettere insieme insieme. Lo sanno bene alla Collmot Robotics, azienda ungherese alla cui guida si trovano l’esperto di droni Gábor Vásárhely, CEO della compagnia, la coreografa e ballerina Nina Kov, che è direttore artistico, e soprattutto Tamás Vicsek, docente di fisica presso il Dipartimento di Fisica Biologica dell’Università Eötvös di Budapest, nonché capo del gruppo di ricerca statistica e fisica biologica dell’Accademia delle Scienze ungherese, luminare famoso per aver mostrato al mondo intero il primo sciame autonomo di droni nel 2014.

I droni utilizzati nello spettacolo, proprio come quelli sviluppati dal professore e dal suo team, si coordinano in modo autonomo usando il GPS e comunicando tra loro via radio, muovendosi come uno stormo di uccelli: gli scienziati hanno infatti sviluppato i movimenti dei quadricotteri basandosi sulle dinamiche e le gerarchie degli stormi di piccioni. Attraverso un apposito dispositivo nelle sue mani, il principale ballerino agisce come leader dello stormo e istiga i movimenti dei droni attraverso i suoi gesti.

In questo modo lo spettacolo, che prende le mosse dalla mitologia e dalle tradizioni sciamaniche ungheresi, rivisita l’eterna storia della connessione tra uomo e animale, alla luce della moderna tecnologia. Il personaggio al centro dello show, il ballerino, diviene allora il precursore di una nuova era, nella quale l’essere umano addomestica la tecnologia e vive in armonia con essa.

Quest’estate, durante l’ultimo Sziget Festival di Budapest, oltre 400 mila visitatori hanno potuto assistere dal vivo alla première di questo incredibile show, del quale vi offriamo un assaggio:

Grazie alla sua filosofia, inoltre, Dancing With Drones diventa doppiamente importante perché riesce a riportare i droni sotto la benevola luce della creatività, dell’arte, e quindi della civiltà, valori che sono gli unici a poter salvare gli stessi droni dal lato oscuro della forza, che oggi li vede parimenti impiegati per scopi militari se non terroristici, riabilitandoli agli occhi dell’opinione pubblica.

In attesa di vederlo presto anche in italia, su Dancingwithdrones.com è possibile scoprire maggiori informazioni e molte più immagini sullo spettacolo.

1673 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: