Lumi, drone giocattolo con follow me, volo automatico ed evitamento degli ostacoli. Ma niente camera

0

Su Indiegogo il progetto di un piccolo quadricottero (meno di 30 centimetri di diametro per 110 grammi di peso) che promette di diventare presto il migliore amico dei bambini e degli adulti che con i droni vogliono semplicemente giocarci. Lumi, questo il nome del drone sviluppato dalla WowWee, azienda che si occupa principalmente di robotica e di giocattoli ad alta componente tecnologica, vanta però caratteristiche e funzionalità di tutto rispetto, come ad esempio volo autonomo, follow me, controllo semplice tramite app via smartphone o tablet. In più, Lumi possiede anche la funzionalità di evitamento di ostacoli, che trattandosi di un drone destinato “all’uso domestico” o comunque in spazi indoor, non è assolutamente da sottovalutare.

Il volo autonomo sarà effettuato grazie a degli smart pod che, disposti ad esempio sul pavimento di diverse stanze della casa, fungeranno da waypoint dell’itinerario del drone. Gli stessi pod possono essere usati come punti di riferimento per la funzione follow me.

Lumi to the beat

La vera differenza, per chi vuole in casa un drone giocattolo per divertirsi in famiglia, la fanno però le modalità di gioco, come ad esempio la Lumi to the beat (single e multiplayer), che consiste nel toccare sullo smartphone o sul tablet, a tempo di musica, il bottone corrispondente agli input di colore del drone (una specie di Guitar Hero ma basato sulle luci colorate). Il ritmo si farà via via più frenetico, aumentando la difficoltà, e ogni errore comporterà una leggera perdita di quota di Lumi, il cui atterraggio segnerà la fine della partita.

Il vero centro del divertimento del Lumi è quindi rappresentato dall’app, grazie alla quale è possibile pilotare il drone con la massima semplicità, ordinandogli anche di eseguire flip e altri trick divertenti. Non solo, perché attraverso l’app si potrà stabilire una vera e propria coreografia aerea, che Lumi si impegnerà ad eseguire alla perfezione. Divertimento e giochi sempre nuovi saranno disponibili grazie alle API open source, che permetteranno a tutti gli smanettoni di creare le loro app e i loro giochi per Lumi.

Il video di presentazione di Lumi:

Lati negativi

Ok per il discorso del drone riservato al gioco e al divertimento in casa, ma l’assenza della videocamera resta comunque una limitazione piuttosto importante, dal momento che praticamente tutti i droni entry level ne hanno una (per quanto scarsa). Basteranno le funzioni avanzate e le luci a distrarre gli acquirenti dalla sua mancanza?

La durata della batteria e quindi l’autonomia di volo (e di gioco) sono stimate tra i 6 e gli 8 minuti, a fronte di un tempo di ricarica di almeno mezz’ora. Si tratta di caratteristiche in linea con gli altri droni di base, ma forse da questo punto di vista si doveva fare qualcosa in più.

Quando arriva?

Stando alla pagina di presentazione del progetto su Indiegogo, la versione di base (senza maker kit e senza pod aggiuntivi) è disponibile a 59 dollari, circa la metà del suo prossimo valore sul mercato. La prima consegna è stimata entro il mese di agosto, ma in questi casi è sempre buona cosa prendere le date con le pinze. Più interessante sarà vedere, se e quando il prodotto arriverà in distribuzione nei principali e-commerce e negozi di giocattoli, se Lumi riuscirà o meno a conquistare quella larga fetta di appassionati di consumatori che con i droni vogliono semplicemente giocarci.

1057 visite


Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: