Cina, è boom per le scuole per piloti professionisti di droni. E i prezzi vanno alle stelle

0

3.500 euro per diventare pilota professionista di droni. La domanda incalza, e le scuole ne approfittano. ma il corso di studi è pesante, comprende anche molte ore di matematica, fisica e geografia.

Diventare pilota professionista di droni in Cina è impegnativo come diventare piloti di aeroplani. Corsi a livello quasi universitario e rette da capogiro che dipendono dalla classe di Sapr che si dovrà usare per lavoro sono erogate da un centinaio di scuole autorizzate nell’immensa Repubblica Popolare.
Una caratteristica tutta cinese è che i corsi (e le rette) variano seppure non di molto anche a seconda se ci si accontenta di diventare semplice pilota o PIC, “Pilot in command”, che abilita a missioni che assomigliano alle nostre operazioni critiche e nel loro corso di studi ci sono anche le tecniche per fronteggiare le emergenze. Ma il costo non scoraggia i cinesi, sono già 5 mila i piloti “brevettati”.  Il “patentino” cinese non è richiesto per i droni che pesano meno di 7 kg, per i voli indoor o per i voli in zone poco popolate.
Chi fa il furbo rischia grosso, i responsabili dell’azienda pechinese UAV Sci-Tech Co sono stati condannati a 18 mesi di carcere nelle terrificanti galere cinesi e a un risarcimento di 100 mila yuan (13.600 euro) per aver disturbato con un drone un jet commerciale.

 

 

913 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: