Il drone fa la danza della pioggia

0

52e58ab5dff5e.preview-620

Un gruppo di ricercatori del Nevada ha acquistato un drone “inseminatore di nubi” nella speranza di far piovere di più sull’aridissima regione del lago Tahoe, sulla Sierra Nevada. Il drone, gestito dal Desert Research Institute (DRI) irrorerà le poche nubi di passaggio con ioni d’argento per aumentare le precipitazioni, che spesso sono nevose vista l’altitudine del lago.

Il drone sarà un arma in più per prevenire la siccità; il professor Jeff Tilley, a capo del progetto, dice che già dal 1960 ad oggi le nubi vengono irrorate usando cannoni basati a terra, cosa che ha portato a un incremento del 10% delle precipitazioni, ma l’uso del drone renderà le operazioni più facili ed efficaci. “Una delle cose che vogliamo scoprire” dice Tilley, “è quanto il drone, il cui uso al momento è strettamente sperimentale, possa aumentare l’intensità delle piogge rispetto ai cannoni”. Nel rispetto dell’ambiente, però, pretende Steven Hemphill, portavoce dell’impianto sciistico di  Sierra-at-Tahoe (nella foto), uno dei principali beneficiari dell’aumento delle precipitazioni (niente neve, niente sciatori): “Siamo completamente d’accordo su ogni tecnologia che migliori l’efficacia dell’inseminazione delle nubi, purché non abbia effetti dannosi sull’ambiente” dice.

582 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: