ENAC invita le associazioni di settore a commentare gli scenari standard

0

Come appare sul sito della associazione Assorpas, che raggruppa e comprende parte della filiera dei droni in ambito professionale, quelli che per legge sono chiamati SAPR, l’autorithy della aviazione civile nazionale, ha inviato una bozza per la definizione degli scenari standard e ha invitato le associazioni di settore a commentare. Riporttiamo qui di seguito il comunicato apparso sul sito ufficiale della Assoazione Italiana per il Light RPAS.

Oggi ENAC ha inviato alle associazioni del settore APR le bozze dei nuovi Scenari Standard unitamente ad una richiesta di commento.
Com’è noto, ogni Scenario Standard include indicazioni (definite in base all’esposizione al rischio) tali da garantire adeguate condizioni di sicurezza.In particolare, per ogni scenario sono individuati:

un ambiente operativo (e.g. aree urbane),
la sua applicabilità (in base alle caratteristiche dell’APR),
alcune prescrizioni tecniche (luci, terminatore di volo, geofencing, ecc.),
le limitazioni operative applicabili (quota max, distanza dal pilota, velocità del vento ecc.).
Nelle intenzioni dell’Ente, il ricorso agli Scenari Standard genererà una drastica riduzione dei tempi di autorizzazione, poiché “gli accertamenti sono stati oggetto di una valutazione di rischio aprioristica nella determinazione delle prescrizioni tecniche operative proprie degli stessi scenari standard”.
Oltre agli scenari già noti (legati all’ambiente urbano), le bozze inviate da ENAC includono quattro nuovi scenari per rilievi e riprese televisive/cinematografiche in ambito extra-urbano.
ASSORPAS ha invitato i suoi soci a contribuire alle attività d commento.

fonte assorpas

 

893 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: