Extreme Fliers propone accessori da stampare 3D per i suoi microdroni

0

kIl futuro dei droni ricreativi passa per le stampanti 3D? Extreme Fliers, nota per il drone giocattolo Microdrone 2.0, lancia un programma che permetterà ai 20 mila clienti che hanno acquistato il piccolo quad di stamparsi 3D gli accessori: “Fino a ora, se qualcuno voleva un giocattolo RC, doveva andare in negozio e comperare quello che trovava” dice il giovanissimo fondatore dell’azienda britannica, Vernon Kerswell (foto a sinistra). “Oggi, tutti possono avere quiello che vogliono quando vogliono. La stampa 3D sta cambiando il mondo”.

I clienti di Extreme Fliers potranno così continuare a ordinare gli accessori del loro microquad o semplicemente scaricare i file e stamparseli in casa con una stampante 3D. “la stampa è molto semplice” assicura Kerswell. Il Microdrone è stato lanciato nel settembre scorso e ha venduto 20 mila unità, consentendo – afferma Kerswell- di mantenere sempre in attivo la startup Extreme Fliers, senza bisogno di ricorrere a finanziatori esterni. Grazie anche per la produzione usano loro stessi stampanti 3D, in particolare stampanti Makerbot: “e quindi possiamo dare ottimi consigli ai clienti che vorranno stamparsi i loro accessori”, aggiunge Kerswell. “I produttori di giocattoli ci temono” sorride il manager. E dicono “Oh mio Dio, adesso dobbiamo anche noi fare un programma di stampa 3D per i nostri clienti”.

A nostro parere, manca ancora un piccolo passo perché la stampa 3D diventi davvero di massa: devono nascere service che stampano file, esattamente come le copisterie fanno fotocopie, per permettere anche a chi non ha la macchina di partecipare alla rivoluzione prossima ventura.

1565 visite


Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: