Droni e barche, il display multifunzione mette tutti d’accordo

0

E se i droni conquistassero i mari senza doversi per forza immergersi nelle loro acque? Oggi molte barche possiedono una tecnologia talmente avanzata che si candidano ad essere partner naturali dei droni.

Un esempio di questo sempre più stretto futuro connubio è nei nuovi display multifunzione da barche della serie Raymarine Axiom, che promettono di integrare i video ripresi dai droni, consentendo di seguire e gestire più operazioni da una sola postazione. Uno sguardo dal cielo che abbraccia tutto ciò che accade all’imbarcazione e intorno ad essa può fare infinitamente comodo a chi già, per lavoro o per passione, può ricorrere già a speciali telecamere, sonar e sensori per conoscere la situazione sotto il pelo dell’acqua. L’occhio esterno del drone potrebbe scovare ad esempio che i pesi non sono distribuiti in modo ottimale, che l’assetto della barca non permette di sfruttare al massimo la forza del vento, e tante altre imperfezioni che possono fare la differenza non solo in caso di normale amministrazione, come ad esempio in relazione ai consumi di crociera, ma anche e soprattutto in occasione delle regate, dove l’attenzione dettaglio è fondamentale per il risultato.

Questa innovazione, destinata a diventare una pietra miliare nel campo dell’elettronica nautica, è stata presentata in anteprima mondiale lo scorso febbraio in occasione del Miami International Boat Show, è in corso di brevetto e dovrebbe essere disponibile a partire dalla prossima primavera. Al momento è stata annunciata la compatibilità solo con i droni DJI Spark e Mavic, che si potranno gestire comodamente dal display multifunzione di bordo, bypassando il radiocomando del velivolo ed evitando quindi a pescatori e diportisti di controllare la barca con un dispositivo e il drone con un altro.

Guarda il video: Come (non) lanciare il drone da una barca

1660 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: