I numeri del Dronitaly confermano la vitalità del settore droni

0

L’ottimo afflusso alla manifestazione, il pubblico competente e qualificato e la location hanno soddisfatto gli espositori e dimostrato che cresce la consapevolezza dell’utilità dei droni nelle attività professionali. Forte partecipazione a convegni e seminari. Rafforzata la collaborazione con le associazioni e mondo della ricerca.

Ingegneri, geometri, agronomi, fotografi, geologi, dirigenti industriali….oltre 1400 professionisti, utilizzatori o interessati ai vantaggi dell’impiego droni nelle loro attività professionali, hanno visitato la quarta edizione di Dronitaly, svoltasi il 23 e 24 marzo, nel chiostro del Palazzo delle Stelline, nel cuore di Milano.

Oltre 700 operatori hanno preso parte ai 21 convegni e seminari, che arricchiscono la parte espositiva. I numerosi interventi hanno approfondito gli aspetti normativi e tecnologici e hanno presentato i risultati ottenuti grazie all’uso degli unmanned in diversi scenari applicativi.

La soddisfazione degli espositori per il pubblico competente e selezionato, per la formula e sede si riassume nella concorde richiesta di lavorare al rafforzamento del progetto e al consolidamento del format.

Già nel 2014, la prima edizione di Dronitaly aveva focalizzato la manifestazione sull’impiego dei droni come strumenti di lavoro. L’edizione di Dronitaly appena chiusa ha evidenziato che i droni continuano a essere percepiti come meraviglie tecnologiche, ma che cresce costantemente la consapevolezza della loro utilità per ottimizzare alcune fasi del lavoro. Infatti, grazie alla dotazione di specifici software, i droni raccolgono, in ogni ambito e per le diverse esigenze, una messe di dati che consentono rapide e precise elaborazioni, con conseguente ottimizzazione dei risultati e riduzione dei costi.

E’ un percorso innovativo cui contribuiscono varie componenti, a iniziare dalle Università. Le Facoltà di ingegneria dedicano specifici corsi all’argomento e guidano sperimentazioni sia per l’industria che per le rilevazioni ambientali. Conferma dell’ interesse della comunità scientifica è il successo riscosso dalla iniziativa Call For Papers proposta a Dronitaly- realizzata in collaborazione con Polimi, Polito e Assorpas- e che ha registrato l’adesione di decine di studenti e scuole. Tra gli elaborati pervenuti, ne sono stati selezionati 18, che sono stati esposti in un’area dedicata e poi presentati durante la consegna dei riconoscimenti assegnati dalla giuria del concorso.

La consegna dei riconoscimenti agli studenti ha chiuso una due giorni segnata da convegni , seminari e workshop di analisi delle potenzialità e dei risultati dei droni protagonisti nella logistica, nella direzione dei lavori, nell’interazione con le macchine agricole, nei controlli ambientali…La tavola rotonda “i droni entrano nelle grandi aziende: ricerca applicazioni e sviluppo” con la partecipazione di Vodafone, Anas, Cisco e Huawei ha sottolineato l’interesse del mondo produttivo a investire per le prestazioni e le potenzialità dei droni.

Confermano la diffusa attenzione a Dronitaly e l’importanza degli strumenti digitali nel veicolare il mondo tecnologico e innovativo dei droni l’aumento di visite al sito web della manifestazione, le oltre 24mila visualizzazioni twitter e le 5000 interazioni sulla pagina facebook.

Gli organizzatori, dopo il confronto con le associazioni di settore e gli espositori, comunicheranno a breve la data della edizione del 2019.

1150 visite
Commenta:

Segui DronEzine sui social: