Cina: droni per una defoliazione del cotone senza precedenti

0

Quest’anno la produzione di cotone nello Xinjiang, regione della Cina famosa per questo tipo di piantagioni, ha interessato una superficie di oltre 2 milioni e mezzo di ettari, circa 1,5 milioni dei quali verranno sottoposti a mietitura meccanica. Per essere sicuri che il cotone fiorisca uniforme e rotondo prima del raccolto, evitando che le foglie influiscano sulla mietitura, i coltivatori hanno bisogno di trattare con defoliante spray vastissime aree di terreno nel più breve tempo possibile.

Ecco allora che scendono in campo i droni, gli strumenti ideali per fare un lavoro preciso e soprattutto molto più veloce di quanto permettano i sistemi tradizionali. Una delle aziende di riferimento in questo settore in Cina è XAG, che da anni produce velivoli ad hoc per l’agricoltura di precisione. L’azienda cinese ha così chiamato all’appello 1000 squadre di protezione delle piante e 3000 unità di droni da tutto il paese, per un’opera che si annuncia ancor più mastodontica di quella dell’anno scorso.

Le operazioni sui campi degli sciami di droni P20 di XAG

In particolare, i droni P20 di XAG possono lavorare in formazione congiunta (modalità sciame) e, grazie all’intelligenza artificiale, una volta programmati con dei compiti prestabiliti da svolgere in posizioni precise, sono in grado produrre mappe ed analisi dettagliate sulla piantagione che devono trattare, in modo che gli operatori possano dosare il prodotto defoliante in base alle effettive necessità delle specifiche porzioni di campo, riducendo i costi ed evitando l’eccessiva irrorazione di prodotti chimici, una parte dei quali finisce inevitabilmente nel suolo.

738 visite

Commenta:

Segui DronEzine sui social: