Spry, drone subacqueo e volante: sarà la volta buona?

0

Un po’ come l’auto volante, di cui si parla tanto e si vede niente, anche i droni in grado di volare e nuotare sott’acqua sono stati più volte annunciati ma si è visto pochino. Ora ci riprova Spry, progetto apparso su Kickstarter. Sarà la volta buona o l’ennesimo (letterale) buco nell’acqua?

A vederlo su kickstarter fa impressione, ma d’altra parte avevano fatto impressione anche i troppi droni che dovevano nascere sulle piattaforme di crowdfunding ma sono miseramente annegati, lasciando senza soldi e senza drone migliaia di coraggiosi supporter che hanno speso fior di soldi in cambio di video taroccati: il ricordo dei clamorosi tonfi di Zano e Lily è un macigno che pesa sul crowfunding.

Comunque sia facciamo gli auguri a Spry e ai suoi bakers. Si tratta di un quadricottero anfibio completamente stagno (radio compresa, e questa è un’ottima idea, corredata da monitor a colori da 4.3″ per il video di ritorno) esclusi i motori ai quali l’acqua non fa nessun effetto. Spry è sviluppato da SwellProUSA e Urban Drones, che ci fanno sapere di avere impiegato ben due anni per arrivare a definire il prototipo. La camera, che funziona sia in aria che sott’acqua fa video a 4k e foto a 12 megapixel, ha la navigazione per waypoint e in aria è molto veloce, arriva a 70 km/h, quasi come un DJI Mavic 2. L’autonomia in volo è dignitosa, 17 minuti, e il raggio d’azione è di un chilometro. 

Chi vuole scommetterci sopra dovrà sborsare 720 dollari e aspettare(almeno) fino a fine Novembre.

 

1086 visite

Commenta:

Segui DronEzine sui social: