Anche l’esercito francese avrà presto i suoi nano droni

0

Era da un po’ che non sentivamo parlare dei nano droni Black Hornet 3 della FLIR, ma adesso ci sono 89 milioni di nuovi motivi per farlo. A tanto ammonta infatti il contratto (in dollari) siglato nei giorni scorsi dalla Difesa Francese con la FLIR, l’azienda produttrice dei micro droni, per assicurare lo sviluppo di questi microscopici velivoli per il suo esercito.

Black Hornet 3, già in uso in oltre 30 Paesi, questi nano droni sono dei mini elicotteri grandi quanto una penna, ma sono anche equipaggiati con sensori a infrarossi/elettrottici, hanno una telecamera ad alta definizione con cui possono trasmettere live quello che riprendono e sono in grado di volare per circa 25 minuti fino alla distanza di un miglio, toccando una velocità di punta di 25 miglia orarie.

Niente male per un piccolo drone tascabile che a livello tattico può giocare un ruolo fondamentale per una ricognizione sul campo senza esporre le truppe al rischio di fuoco in territorio ostile.

Video: Presentazione del Black Hornet 3

Il Black Hornet 3 può essere lanciato da un apposito veicolo in grado di sparare in sequenza diversi droni nel cielo, ma le sue dimensioni lo rendono adatto anche ad essere usato dal singolo soldato, che può seguire il video in diretta sul display agganciato al torace. Oltre alla facilità di trasporto, le dimensioni minute hanno il vantaggio di rendere questi velivoli praticamente invisibili ai radar già a una distanza di 5 metri o poco più, senza considerare che si riflettono sul leggerissimo peso da aggiungere alla già corposa dotazione delle forze armate. Nel complesso infatti il sistema (due velivoli, un controller e uno schermo) pesa meno di 1,5 kg.

1119 visite
Commenta:

Segui DronEzine sui social: