DJI rinnova i droni industriali Matrice 200 V2

0

DJI  ha rilasciato oggi nuovi strumenti hardware e software per Matrice 200 V2,  che – secondo il produttore cinese –  garantiranno agli operatori professionali più controllo, sicurezza e protezione dei loro droni nelle missioni aeree più impegnative.

I nuovi velivoli della serie Matrice 200 V2 sono stati riprogettati per garantire maggiore affidabilità e sicurezza, con nuove funzioni per la protezione dei dati; la piattaforma FlightHub, creata per gestire le missioni operative con più droni, conferisce ora più controllo, nella piena riservatezza delle informazioni raccolte. Grazie a questi sviluppi, le organizzazioni possono ora pianificare e gestire gli interventi con i loro droni, e valutare la possibilità concreta di eseguire operazioni in BVLOS (voli non a vista) e in notturna.

“Che si tratti di mappature ordinarie o d’ispezioni più complesse, le imprese di tutto il mondo si affidano a DJI per trovare soluzioni più robuste, sicure e scalabili”, ha dichiarato Jan Gasparic, direttore per le collaborazioni strategiche in DJI. “Con il crescente numero di unità-drone impiegate nelle loro flotte, e operando in scenari in cui affidabilità e sicurezza dei velivoli sono fondamentali, molte organizzazioni hanno espresso la necessità di gestire le operazioni aeree in maniera più centralizzata. I droni della nostra nuova serie Matrice 200 sono stati equipaggiati per affrontare interventi critici e complessi, come voli su zone sensibili o in notturna, mentre i miglioramenti apportati al software DJI FlightHub offrono alle organizzazioni più controllo sulla gestione delle loro flotte di droni e dei dati raccolti.

Nuove versioni per i droni della serie Matrice 200

La seconda generazione dei velivoli Matrice 200, largamente impiegate in edilizia, ingegneria civile, sicurezza pubblica e negli interventi di ricerca e soccorso, ha diverse novità interessanti:

  1. Sistema di trasmissione – Il sistema OcuSync 2.0 supporta la selezione automatica della doppia banda di frequenza 2.4GHz – 5.8GHz fino a 8 km di distanza, che offre ai piloti la ricezione di un segnale video digitale di elevata risoluzione e bassa latenza.

2. Protezione dei dati – Tutti i dati trasmessi tramite OcuSync 2.0 vengono crittografati usando il riconosciuto standard AES-256, garantendo la riservatezza delle informazioni critiche e limitandone l’accesso solo al personale autorizzato.

3. Sicurezza del volo – Progettati in conformità agli standard FAA (Federal Aviation Administration, l’ENAC americana) per la segnalazione notturna, lampeggianti anti-collisione sono stati posizionati superiormente e al di sotto del telaio per mantenere la sicurezza del volo in condizioni d’illuminazione ridotta o di notte. Il drone è anche stato dotato di un sistema DJI AirSense con ricevitore ADS-B, che accresce la consapevolezza dello spazio aereo attorno al drone e avvisa della presenza di velivoli con pilota a bordo nelle vicinanze.

4. Prestazioni di volo – In presenza di configurazioni di carico multiplo, è ora possibile calibrare con facilità il centro di gravità del velivolo direttamente dall’app DJI Pilot, per prestazioni sempre impeccabili.

5. Accuratezza dei dati – La nuova funzione TimeSync mantiene allineati la centralina di volo, le fotocamere, i moduli GPS e RTK, i carichi terzi e gli accessori di bordo, fissando i dati di posizionamento al centro dell’immagine per garantire una raccolta dei dati estremamente accurata.

Insieme, questi sviluppi creano le basi per realizzare operazioni con i droni di livello più avanzato. Si inizia con i lampeggianti anti-collisione per voli in notturna di cui sono dotati gli ultimi droni industriali di casa DJI come Mavic 2 Enterprise e la serie Matrice 200 V2.  Lampeggianti che, combinati alla distanza di trasmissione estesa con sistema di ricezione ADS-B su DJI AirSense, per il rilevamento di velivoli vicini con pilota a bordo, e al sistema di rilevamento ostacoli FlightAutonomy, abilitano la serie Matrice 200 V2 a eseguire operazioni di volo oltre la linea visiva del pilota.

“DJI continua la sua linea innovativa proponendo nuove caratteristiche per garantire la sicurezza dei voli notturni in modalità BVLOS negli Stati Uniti e in tutto il mondo,” ha affermato Brendan Schulman, vicepresidente di DJI per le politiche e gli affari legali. “Questi cambiamenti amplieranno le opportunità, per le organizzazioni e il pubblico, di trarre vantaggio dall’uso dei droni nel salvare vite, e DJI è orgogliosa di affiancare gli enti regolatori nel creare percorsi più definiti che possano indirizzare gli operatori del settore nell’ottenere le opportune autorizzazioni per portare avanti il loro lavoro.”

Gestione delle missioni con FlightHub Enterprise

l software DJI FlightHub offre alle organizzazioni la possibilità di gestire efficacemente le loro missioni operative con i droni da un’unica piattaforma. I servizi web Base e Avanzato di FlightHub hanno consentito di monitorare interventi operativi, gestire dati di volo, flotte e piloti, e di pianificare efficacemente le operazioni. Il nuovo FlightHub Enterprise presenta funzionalità aggiuntive con cui gli operatori acquisiscono un maggiore controllo sui loro interventi e sulla sicurezza dei dati raccolti:

  • Piattaforma cloud privata – Le organizzazioni possono ora scegliere di ospitare FlightHub Enterprise sulla loro piattaforma cloud o su una propria infrastruttura IT, utilizzando le risorse organizzative e i protocolli di sicurezza esistenti, con l’opportunità di semplificare i flussi di lavoro delle loro flotte di droni.
  • App DJI Pilot dedicata – Compatibile in via esclusiva con il piano FlightHub Enterprise, la nuova applicazione DJI Pilot PE è la versione personalizzata dell’app di controllo del volo DJI progettata per gli utenti con esigenze di estrema riservatezza dei dati. Per impostazione predefinita, DJI Pilot PE non trasmette alcun dato alle reti pubbliche e si connetta solo alla piattaforma FlightHub Enterprise ospitata sull’infrastruttura IT privata dell’organizzazione.
  • Gestione del firmware – Gestione centralizzata e implementazione degli aggiornamenti firmware, per validare e aggiornare le flotte dei droni in base alle diverse esigenze, garantendo la conformità agli standard di protezione ed evitando ritardi inaspettati durante lo svolgimento di operazioni critiche.
  • Pianificazione delle missioni – Programma e monitora le operazioni con i droni, offrendo la possibilità d’impostare punti del percorso automatizzati e creare missioni per i singoli piloti.
  • Manutenzione del dispositivo – Monitora lo stato dell’attrezzatura, incluso i tempi di utilizzo del velivolo e della batteria, per assicurare il corretto funzionamento del sistema e la periodicità dei controlli.

Tutti questi aggiornamenti rendono FlightHub Enterprise la scelta perfetta per un’ampia gamma di applicazioni industriali, in cui la tecnologia aerea dei droni è determinante per l’esecuzione di missioni delicate come la risposta alle emergenze o di sicurezza pubblica, grazie alla visualizzazione dei dati in tempo reale per decisioni più rapide, e con la capacità di acquisire informazioni trasmissibili per le ispezioni nei settori dell’energia e delle comunicazioni.

“I droni sono uno strumento importante che trasforma il modo di prendere decisioni, mantiene la sicurezza del personale operativo e offre prestazioni di lavoro altamente performanti,” ha dichiarato Brandon Torres Declet, AD e cofondatore di Measure, azienda leader nel settore delle soluzioni d’intelligenza aerea. “I nostri clienti richiedono un processo d’integrazione dei droni nelle loro operazioni che sia semplice, sicuro e protegga la riservatezza dei dati, e FlightHub Enterprise, insieme ai droni della serie Matrice 200 V2, promette il massimo dei risultati su ogni fronte.”

Disponibilità

I droni della serie Matrice 200 V2 sono ora in vendita presso i rivenditori ufficiali DJI Enterprise di tutto il mondo. 

740 visite

Commenta:

Segui DronEzine sui social: