Il futuro della agricoltura sarà di precisione, grazie ai droni

0

“In futuro tutta l’agricoltura sarà ‘di precisione, ovvero site specific: un’agricoltura che, grazie alle migliori tecnologie garantisce un notevole risparmio sui costi dell’attività e anche un minor impatto sull’ambiente. Questo è quanto sostiene il prof. Tommaso Maggiore, già ordinario di Agronomia Generale e Coltivazioni Erbacee all’Università di Milano.

precision-farmingL’utilizzo dei droni in agricoltura non avrà limiti: “Sono validi per ogni di tipo di coltura e per tutte le aziende agricole. Per ora, nelle culture erbacee funziona meglio che in quelle arboree, come il vitigno: in questo caso, vista la morfologia dei tralicci, l’occhio tecnologico dei Sapr incontra più difficoltà ma è un problema che verrà risolto. Il drone diventerà prezioso nella lotta agli infestanti: nelle culture del mais nel mantovano i coltivatori hanno usato un quadricottero unmanned per spargere site specific capsule con ovature di imenottero, un parassita che si nutre delle uova della piralide, altro parassita che affligge gravemente queste colture. L’operazione è stata rapida e micro-invasiva per l’ambiente, con costi eccezionali e senza problematiche legate alle condizioni meteo”.

Drone-Precision-Agriculture-8b

A Dronitaly, il Prof. Tommaso Maggiore parteciperà al convegno “Droni in agricoltura: applicazioni, risultati, vantaggi” con una relazione che offrirà una panoramica nazionale/internazionale sull’impiego dei Sapr in agricoltura. Renato Del Mastro, dell’Istituto di Ricerca Imamoter C.N.R. Ferrara, relazionerà su “La ricerca per l’impiego dei droni nell’agricoltura di precisione”. Inoltre, nel corso dell’evento si parlerà delle applicazioni dei droni in agricoltura, con il caso concreto delle risaie, e si farà il punto sulle esperienze maturate con i Sapr da alcune aziende agricole, con l’analisi dei case history. Il convegno varrà inoltre come accredito formativo CFP (0.25 CFP) per l’Ordine dei Dottori Agronomi e dei dottori Forestali di Milano.

1888 visite


Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: