10 milioni di dollari ai creatori del drone personale Ghost

0

Il drone Ghost è stata una delle star indiscusse del CES di Las Vegas, e il suo creatoreDerrick Xiong già aveva dimostrato di essere un genio a tirare su soldi, ottenendo 650 mila dollari dal crowdfunding peril suo gioiellino. L’idea di base è esattamente quella che vogliono i clienti: non un aeromodello, non un aeromobile ma semplicemente una telecamera che vola senza bisogno di radiocomandi. E il ghost fa tutto da solo – decollo, atterraggio, hoovering – e per il resto si comanda con uno smartphone. Nulla che non sia già visto e stravisto, per carità. Ma il marketing della startup Ehang funziona alla grande, tanto da aver spremuto 10 milioni di dollari dal venture capital cinese  GGV Capital e due business angel importanti, Nick Yang e Xiaoping Xu. La Cina rafforza la sua posizione di leader mondiale nello sviluppo di droni consumer e prosumer. Messaggio chiaro, comprensibile, accessibile: tanto che la boss searchdi GGV Jenny Lee (nella foto, una delle donne più ricche della Cina), firmando l’assegno milionario, ha detto che è stata colpita dalle potenzialità del mercato delle applicazioni mobili per rendere i droni davvero alla portata di tutti per facilità e praticità d’uso.
Insomma, i giganti cinesi hanno deciso: il drone è un accessorio dello smartphone.

1504 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: