Trimestrali in calo per AeroVironment

0
Puma Uas foto avinc

Puma Uas foto avinc

Non è tutto oro quello che luccica e anche nell’emergente mercato dei droni siano essi civili o militari, qualche battuta di arresto si comincia ad intravedere, anzi a farsi sentire, specialmente sul portafoglio degli investitori.

La nota società AeroVironment produttrice tra l’altro di droni abbastanza conosciuti nell’ambiente quali il Puma, il  Wasp e il Raven, dopo aver presentato i risultati trimenstrali di bilancio, ha avuto una  battuta di arresto di 7 centesimi per azione.

Pare infatti che il fatturato della società sia  stato di 44,1 milioni dollari nel suo primo trimestre fiscale. In ribasso quindi  del 24,9% rispetto ai 58,7 milioni dollari dello scorso anno.

AeroVironment dipende molto dalle decisioni del Pentagono il quale ha deciso di ridurre fortemente la propria presenza in medio oriente. Fortunatamente il consiglio di amministrazione ha deciso di ramificare la propria produzione ottenendo qualche vantaggio dalla FAA ottenendo il permesso di volare con alcuni droni civili certificati in aree ben definite in attesa della prossima legislazione attesa per il 2015.

1201 visite


Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: