Un pericolissimo comma del nuovo regolamento ENAC metterà fine ai droni consumer?

0

Tra le amare sorprese che leggiamo nel nuovo regolamento ENAC ce n’è una pericolossima, annidata tra le righe dell’articolo 35, quello dedicato all’aeromodellismo: “Su un aeromodello utilizzato in un luogo aperto al pubblico non possono essere istallati dispositivi o strumenti che ne configurino l’uso in operazioni specializzate”. Che significa ciò? Una telecamera basta a “configurare l’uso in operazioni specializzate?”
Ricordiamo che per il regolamento le operazioni specializzate sono le operazioni professionali (a titolo oneroso o meno) che riguardano tra l’altro “riprese cinematografiche, televisive e servizi fotografici”.
Fino a ieri, con il vecchio regolamento, nulla vietava di fare riprese amatoriali con i droni in pubblico, ora sarà ancora così?
ENAC fa una specie di “presunzione legale”, cioè immagina che se un drone ha strumenti che possano essere usati a scopi professionali allora non è un aeromodello ma un SAPR, la telecamera – ormai montata di serie su tutti i droni consumer- sarà sufficiente a fare scattare la norma? Ci auguriamo proprio che non sia così, e nei prossimi giorni approfondiremo con i nostri legali e con ENAC la questione, ma sicuramente questa norma sparata alla cieca e senza spiegazioni suona davvero sinistra…. Anche se a dire il vero siamo fiduciosi, non possiamo credere che ENAC sia decisa a muovere guerra all’intero movimento amatoriale dei droni e a mettersi in rotta di collisione contro tutta l’industria dei droni amatoriali.

4772 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: