Hacker cinesi sulle tracce dei droni USA

0

CINA_-_HackerPer almeno due anni, un gruppo di hacker cinesi con base a Shanghai ha violato i computer di una ventina di aziende private che lavorano per la difesa Usa, alla caccia di segreti sui droni militari a stelle e strisce.

“Si tratta dell’attacco più massiccio mai registrato ai danni della tecnologia dei droni” ha detto Darien Kindlund, uno 007 al servizio dell’azienda privata californiana FireEye. “Si direbbe che dietro ci sia il governo di Pechino, intenzionato a costruire un proprio know how sugli aerei senza pilota”. La Cina sostiene di non aver nulla a che fare col gruppo di hacker, noto come Comment Crew, ma secondo fonti dell’Intelligence americana gli hacker cinesi sarebbero stati pedinati fin dentro a edifici dell’Esercito cinese.

E di certo la Cina fa sul serio sui droni; sta già vendendo all’estero cloni dei Predator americani, e ha diversi programmi di ricerca molto attivi sui droni civili e militari. Ufficialmente, Pechino non rivela quanti droni schiera la sua aviazione, ma le stime NATO parlano di almeno 280 velivoli senza pilota, e altre centinaia a disposizione di esercito e marina:ciò rende la Cina seconda solo agli Usa, che ne schierano circa 7 mila.  E li ha già testati su un fronte caldo: il 9 settembre scorso, un drone cinese ha sfidato le forze armate giapponesi nell’arcipelago conteso di  Diaoyu, che i giapponesi chiamano Senkaku. L’aviazione giapponese ha intercettato il drone con un jet, ma il drone ha battuto in ritirata senza ingaggiare un combattimento. E in febbraio il direttore dell’antinarcotioci cinese  Liu Yuejin, ha rivelato al Global Times, un giornale di Stato pubblicato in lingua inglese, che il governo cinese ha considerato l’idea di usare un drone armato con esplosivo per uccidere un cittadino birmano nel Myammar, sospettato di aver ordinato l’assassinio di 13 marinai cinesi nel fiume Mekong. E non è stato fatto solo perché il sospetto è stato catturato prima del raid.

1309 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: