Uno sciame di droni che seguono il leader

0

Uno sciame di 30 droni che volando in gruppo seguono un leader, un nuovo record per Timothy Chung, Michael Day e Michael Clements che alla Naval Postgraduate School, hanno riprodotto e superato il risultato dell’esperimento già eseguito  nello scorso maggio con “sole” 20 unità autonome.

All’interno di uno spazio aereo segregato, nella base della Guardia Nazionale in California, il gruppo di studio sotto la guida di Timothy Chung, ha lanciato 30 velivoli autonomi senza pilota a bordo – UAV – che uno a uno si mettevano in rotta e seguivano un leader. Le comunicazioni tra i robot volanti sono avvenute  via WiFi e le schede di controllo sono basate sul progetto APM.

Una volta che i velivoli ad ala fissa sono in aria, determinano chi è il leader da seguire e dopo un colloquio con precisi protocolli, si mettono ad una distanza di 50 metri.
E così questo tipi di algoritmi rendono molto più intelligente, più intelligente di quello che di solito consideriamo solo droni“, spiega Chung.

dronegif

Le applicazioni per  questo tipo di utilizzo sono come sempre succede in questi casi, prima di tutto militari. Si pensi ad uno sciame aereo di droni che in mare aperto possano eseguire ricognizioni di flotte nemiche. E’ possibile pensare anche ad un impiego non solo difensivo dove quando anche il 90% dello sciame fosse abbattuto il restante 10% potrebbe terminare la missione. Al momento ogni velivolo costa intorno ai 1000 dollari, ma la tendenza è quella di andare verso soluzioni di droni usa e getta.

Il nostro intento è quello di continuare a sperimentare. Per essere in grado di avere queste tecnologie abbastanza mature per essere in grado di lanciare fino a 50 UAV nel prossimo futuro“, conclude Chung.

Una foto del precedente gfruppo di lavoro che lo scorso maggio ha fatto volare contemporaneamente 20 droni in sciame

Una foto del precedente gruppo di lavoro che lo scorso maggio ha fatto volare contemporaneamente 20 droni in sciame. Timothy Chung è il terzo da sinistra.

1885 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: