Operatori SAPR: registrare subito il drone o aspettare l’entrata in vigore del nuovo regolamento?

0

1383616_10202445466883799_1548071800_nIn collaborazione con Alpha Lima Aviation, OC riconosciuta ENAC,  DronEzine offre ai soci il servizio Il Consulente riconosciuto da ENAC risponde. Le risposte alle domande che riguardano i dubbi sull’applicazione del regolamento ENAC sono fornite da Paolo Omodei Zorini di AlphaLima, pilota di jet commerciali e istruttore di volo anche per SAPR.  Oggi la domanda riguarda la registrazione di n SAPR: agire subito o aspettare che entri in vigore ol nuovo regolamento il 16 settembre?

——————————————————————————

ho acquistato un drone PHANTOM 3 PROFSSIONAL compreso inferiore ai 2 kg,  sono già in possesso dell’abilitazione e volevo chiedere se mi conviene  aspettare per la registrazione del drone sul sito della ENAC oppure se è  meglio farla subito prima che entri in vigore il nuovo regolamento. Per  quanto concerne l’articolo 12 comma 4 essendo io stesso pilota/operatore
quali sono le agevolazioni ?

———————-

Contestualizziamo la risposta considerando un APR di MTOM < 2kg che non abbia caratteristiche accertate di inoffensività, di un pilota in pieno possesso dei requisiti previsti (corsi) e probabilmente anche di assicurazione e visita medica. Nel caso in cui il pilota non si sia invece ancora sottoposto agli accertamenti previsti va detto che attualmente è necessaria una visita aeromedica di classe II. Dall’entrata in vigore dell’ edizione 2 del regolamento ENAC “Mezzi Aerei a Pilotaggio Remoto (il cosiddetto “nuovo regolamento”) sarà invece sufficiente una visita di tipo LAPL.
Per quanto riguarda l’art. 12 comma 4 del “nuovo regolamento”, le semplificazioni riportate per la figura del “pilota-operatore” riguardano in particolar modo la struttura organizzativa che gestisce le operazioni di volo. Attualmente infatti occorre specificare all’interno della manualistica prevista anche l’organigramma e le funzioni di ogni persona coinvolta nelle operazioni di volo. In ogni caso piccole organizzazioni, anche unipersonali ed a volte costituite addirittura da persone fisiche sono già state riconosciute come operatori.
In particolare la manualistica da presentare sarà pressochè identica a quella attuale. Anche per un singolo pilota “freelance”, sottovalutare la necessità di dotarsi di un buon manuale operativo o di un documento equivalente, per quanto snello e semplice sia, potrebbe provocare in caso di problematiche (inconvenienti gravi o incidenti) qualche grattacapo specialmente ai fini assicurativi.
Pertanto ritengo piuttosto simile la condizione di chi ha già inviato all’Autorità le richieste (o di chi lo farà seguendo il regolamento attuale) rispetto a quella di coloro che invieranno il tutto dopo l’entrata in vigore del nuovo regolamento.
Unica azione aggiuntiva per coloro che sono già riconosciuti o lo saranno secondo le previsioni dell’ed.1 (regolamento attuale) sarà, secondo quanto previsto dall’ art. 37 comma 2 dell’ ed.2 (nuovo regolamento), il dover confermare le dichiarazioni caricando telematicamente sul sito dell’Autorità quanto previsto a far data dal 1 gennaio 2016 e non oltre il 1 luglio 2016.
2703 visite


Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: