Prova: Action Cam Ezviz S1 Sport

0

Completa, colorata, WiFi e facile da usare. Hikvision entra nel mercato delle action cam con una fotocamera indovinata, con molti accessori (supporto da casco e piano, fascia per portarla in testa, supporto decentrato, caricabatterie USB, scafandro e persino un vestitino in gomma per non rischiare di graffiare lo scafandro quando la si porta in giro – o quando la si monta sotto al drone con tutto lo scafandro, come abbiamo fatto noi).

Schermata-2015-07-08-alle-20.22.32-900x450Impossibile non fare il confronto con la GoPro, che costa il doppio ma è 4k, mentre la S1 è 1080p,e in 720p arriva a 60 frame al secondo. Aabbiamo provato la Ezviz S1 Sport  su un quadricottero low cost, un Quanum Nova, per vedere come se la cava lei a fare video e foto e il quadricottero (della classe del Phantom, per caratteristiche e masse) a portarsi in giro il peso non proprio piuma: 70 grammi la sola camera, quasi 200 con tutto lo scafandro, che in volo protegge la camera dall’umidità e da eventuali atterraggi non proprio ortodossi. E dobbiamo dire che il quadricottero cinese se l’è cavata egregiamente, aveva ancora lo spunto per fare ascensioni con grande sicurezza e bona accelerazione, e dire che il Nova è molto meno agile dei Phantom di cui riprende le forme.

La qualità delle immagini della Ezviz S1 Sport è quello che ci è piaciuto di più: brillanti, ben definite, con un ottimo contrasto e dignitose anche con poca luce. Quel che ci è piaciuto di meno invece è l’effetto a botte del grandangolo, ormai abbastanza anacronistico per le riprese video con i droni e il prezzo, circa 200 euro, non particolarmente contenuto.

Ottima la risoluzione delle foto (16 megapixel) molto meno soddisfacente quella dei video (1080p FullHD). Insomma una camera interessante, disponibile in una accattivante gamma di colori e con una dotazione completa di accessori.

Promossa a pieni voti l’app per il controllo dei parametri, il ritorno video e i comandi per scattare foto attraverso il cellulare.

Molto pratico il temporizzatore per fotografare a intervalli prestabiliti, grandioso per i selfie aerei. Interessante, ma non sappiamo fino a che punto utile per l’uso con i droni, la funzione burst che consente di scattare una raffica di 30 foto al secondo. Con il g-sensor si può far partire automaticamente la ripresa non appena il drone decolla.

Recensione completa sul prossimo numero di DronEzine Magazine in uscita verso il 20 novembre

Rapporto qualità/prezzo ♥♥♥♥♥
Praticità d’uso ♥♥♥♥
Qualità delle immagini ♥♥♥♥
Risoluzione foto ♥♥♥♥
Risoluzione video ♥♥♥♥♥
App ♥♥♥♥

VOTO FINALE ♥♥♥♥♥

Gallery

1116 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: