SpyRanger un drone ad ala fissa per missioni di sorveglianza

0

Lo SpyRanger un drone destinato ad applicazioni di sorveglianza e controllo del territorio è stato presentato al Milipol 2015 la fiera parigina giunta oramai alla sua 19ma edizione dedicata al mondo della sicurezza interna.

Prodotto da Thales Group e in collaborazione con French Aerospace Aviation Design, lo  SpyRanger è un velivolo autonomo che può arrivare sino a 30Km di distanza con 2 ore e 30 minuti di autonomia, dedicato a missioni di ricognizione e sorveglianza in ambito civile e militare.
Con una apertura alare di circa 4 metri, facilmente trasportabile in uno zaino tattico, con una silenziosa propulsione elettrica, ha tra i suoi punti di forza:

  • un sistema ammortizzato anti viibrazioni (gimbal) e comandato remotamente per poter mantenere la camera ad alta risoluzione puntata su un soggetto.
  • Un datalink criptato a prova di disturbi radio (jamming)
  • un sistema  software di controllo ingegnerizzato per lavorare in condizioni tattiche ostili
  • camera in HD con trasmissione anche di immagini all’infrarosso.

L’aereo a navigazione autonoma, uno UAV a tutti gli effetti, può essere comandato tramite ground station da un solo pilota e senza una particolare formazione preventiva.
I potenziali acquirenti di questo drone sono enti governativi o militari, in ambito di missioni di sorveglianza e ricognizione.

SpyRanger drone per missioni militari e civili di sorveglianza e ricognizione

Link al produttore

 

1775 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: