Australia: filma l’incendio col drone, rischia la multa

0

Le sue immagini di un incendio boschivo nel Nuovo Galles del Sud hanno fatto il giro del mondo, ma l’authority aeronautica australiana, la CASA, da degli irresponsabili agli autori del filmato e minaccia: chiunque voli con un drone nelle aree interessate dall’incendio sarà severamente punito.

CASA perde la pazienza. Gli incendi divorano le Blue Mountains, e troppi operatori improvvisati sorvolano gli incendio con piccoli droni.  “La settimana scorsa ci sono già stati due incidenti che hanno coinvolto operatori di droni ” dice CASA. “Questi voli illegali mettono a rischio il contenimento degli incendi. I droni condividono lo spazio aereo dei Canadair e degli elicotteri antincedio, c’è un rischio reale di collisioni aeree”. Il direttore dell’agenzia, John McCormick, definisce senza mezzi termini “irresponsabili” gli operatori dei droni, “far volare velivoli a pilotaggio remoto nBushfire near Lithgowon certificati vicino ad aerei e elicotteri full size, pompieri e mezzi antincendio è pericoloso” sottolinea. “Chi ha un drone deve rispettare le regole dell’aviazione civile e usare il buonsenso”. Ricorda che va rispettata la distanza minima di 30 metri tra drone e persone, secondo la legge australiana, a meno di non avere una autorizzazione esplicita. Continuando col far west, rincara il portavoce di CASA Peter Gibson, potrebbe succedere che i droni costringano all’atterraggio i velivoli antincendio. “E se si fermano per per mezz’ora, o un’ora, l’incendio riprende forza e può mettere a rischio le proprietà e la vita della gente”. E promette tolleranza zero: “Se vediamo altri droni usati in modo non sicuro, daremo multe salate, da molte migliaia di dollari”.

1439 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: