Arriva il drone ipersonico, derivato dall’aereo spia SR-71

0

17.si

Lookeed Martin ha mostrato i piani dell’SR-72, un aereo spia ipersonico derivato dal popolare SR-71 Blackbird, l’aereo spia più veloce mai costruito (vola ad oltre 3600 km/h) protagonista dello spionaggio ad altissima quota sull’Unione Sovietica ai tempi della guerra fredda.
Ma il drone è ancora più veloce, corre il doppio del predecessore con pilota umano.

I piani dell’SR-72 sono stati rivelati il 1 novembre 2013. Secondo le specifiche, il drone più veloce del mondo dovrebbe raggiungere i 6 mach, sei volte la velocità del suono. Nelle intenzioni dei militari, l’SR-72 non solo spierà, ma può condurre attacchi armati automatici a una velocità mai raggiunta prima da nessun aereo, pilotato o no, coprendo il gap che c’è tra le operazioni dei satelliti artificiali spia e le missioni dei jet militari.

Brad Leland, portfolio manager per le tecnologie ipersoniche, rivela che per raggiungere le prestazioni richieste è stato necessario sviluppare una nuova tecnologia per i motori, che combina la turbina tradizionale con lo lo scramjet, un motore a reazione derivato dallo statoreattore. Contrariamente ai motori a turbina convenzionali, e in analogia con lo statoreattore, lo scramjet non utilizza parti rotanti per comprimere l’aria, bensì l’energia cinetica del flusso d’aria in ingresso e la particolare geometria della presa d’aria. “Abbiamo cambiato le regole del gioco” dice Leland. “L’attacco ipersonico rende obsolete le tecnologie stealth: colpisce così velocemente che gli avversari non hanno il tempo di spostare, nascondere o proteggere l’obiettivo dell’attacco”.

Sotto, l’SR-71 pilotato da cui è derivato il drone SR-72

SR-71A_04

2426 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: