ENAC pubblica le circolari per segnalare incidenti e inconvenienti gravi anche per i droni

0

Anche i SAPR, essendo aeromobili (SAPR, non aeromodell, quindi escluso come sempre l’uso amatoriale visto che un drone usato per divertimento è un aeromodello e gli aeromodelli NON sono aeromobili) hanno l’obbligo di segnalare i giuai che accadono durante il loro uso ai sensi dell’ L’art. 29 del Regolamento “Mezzi aerei a pilotaggio remoto” che prescrive che

“l’operatore, il costruttore, l’organizzazione di progetto, il pilota di SAPR di massa operativa al decollo uguale o maggiore a 25 kg sono tenuti a comunicare all’ENAC gli eventi di cui all’allegato V del Regolamento (UE) n. 2015/1 018 (per quanto applicabile), secondo le procedure stabilite dall’Ente. Il medesimo art. 29 prescrive inoltre l’obbligo della segnalazione di incidenti ed inconvenienti gravi anche ai mezzi aerei a pilotaggio remoto di massa operativa al decollo minore di 25 kg. Tali modalità prevedono l’utilizzo di un apposito web form liberamente disponibile alla comunità aeronautica nel portale eE-MOR. La segnalazione deve essere fatta entro le 72 ore dall’evento“.


 

Altre informazioni sul sito ENAC. 

Per semplicità ecco gli eventi da segnalare secondo l’allegato V: come è facile rendersi conto, non tutti sono applicabili ai SAPR.

 

1.1. Operazioni di volo
1) Involontaria perdita di controllo.
2) Atterraggio al di fuori dell’area di atterraggio prevista.
3) Incapacità o mancato raggiungimento delle prestazioni richieste dell’aeromobile, previste in condizioni normali, durante il decollo, la salita o l’atterraggio.
4) Invasione di pista.
5) Escursione di pista.
6) Qualsiasi volo effettuato con un aeromobile non idoneo al volo, o per il quale non è stata completata la preparazione del volo, che ha, o avrebbe potuto mettere in pericolo l’aeromobile e i suoi occupanti o qualsiasi altra persona.
7) Volo non previsto in condizioni meteorologiche di volo strumentale (IMC) di aeromobile non certificato IFR (regole del volo strumentale) o di un pilota non qualificato per volo IFR, che ha o avrebbe potuto mettere in pericolo l’aeromobile e i suoi occupanti o qualsiasi altra persona.
8) Rilascio involontario del carico

1.2. Eventi di carattere tecnico
1) Forti vibrazioni anomale [per esempio: vibrazione (flutter) di un alettone o di un timone di profondità, o di un’elica].
2) Qualsiasi comando di volo non funzionante correttamente o scollegato.
3) Guasto o deterioramento importante della struttura dell’aeromobile.
4) Perdita di qualsiasi parte della struttura dell’aeromobile o installazione durante il volo.
5) Guasto di un motore, rotore, elica, sistema di alimentazione del carburante o altri sistemi essenziali. 6) Perdita di fluido che ha provocato un rischio di incendio o possibile contaminazione pericolosa della struttura, dei sistemi o delle apparecchiature dell’aeromobile o un rischio per gli occupanti.

1.3. Interazione con servizi di navigazione aerea (ANS) e di gestione del traffico aereo (ATM)
1) Interazione con i servizi di navigazione aerea (per esempio: fornitura non corretta di servizi, comunicazioni contraddittorie o non rispetto dell’autorizzazione) che ha o avrebbe potuto mettere in pericolo l’aeromobile e i suoi occupanti o qualsiasi altra persona.
2) Violazione dello spazio aereo.

1.4. Emergenze e altre situazioni critiche
1) Evento che dà luogo a una chiamata di emergenza.
2) Incendio, esplosione, fumo, gas o vapori tossici a bordo dell’aeromobile.
3) Sopravvenuta inabilità di un pilota con conseguente incapacità di svolgere qualsiasi mansione.

1.5. Ambiente esterno e meteorologia
1) Una collisione o una mancata collisione a terra o in volo, con un altro aeromobile, con il suolo o con un ostacolo.
2) Una mancata collisione, sia a terra, sia in volo, con un altro aeromobile, col suolo o con un ostacolo  che richiede una manovra di emergenza per evitare la collisione.
3) Impatto con selvaggina inclusi volatili che abbia provocato danni all’aeromobile o la perdita o il malfunzionamento di un servizio essenziale.
4) Interferenze con l’aeromobile da parte di armi da fuoco, fuochi d’artificio, aquiloni, illuminazione laser, luci ad alta potenza, laser, sistemi aerei a pilotaggio remoto, modellini di aeromobile o mezzi analoghi.
5) Colpo da fulmine che causa un danno o la perdita di funzioni dell’aeromobile.
6) Condizione di forte turbolenza che ha causato lesioni agli occupanti dell’aeromobile o la necessità di una ispezione dei danni subiti dall’aeromobile dopo un volo in turbolenza.
7) Formazione di ghiaccio, incluso il ghiacciamento del carburatore, che ha o avrebbe potuto mettere in pericolo l’aeromobile e i suoi occupanti o qualsiasi altra persona.

1677 visite


Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: