USA: Calano le segnalazioni di droni vicini agli aeroplani, e solo il 3,3% sono mancate collisioni

0

La AMA (Academy of Model Aeronautics) la più grande associazione mondiale di aeromodellisti, pubblica un report che mostra un significativo calo delle mancate collisioni, cioè gli avvistamenti di droni da parte di piloti di aeroplani. Droni o presunti tali, va precisato, visto che c sono stati grossolani equivoci come un sacchetto della spesa portato dal vento e inghiottito dal motore di un jet inglese, che sulle prime è stato scambiato per un drone, scatenando allarmismo ingiustificato e mobilitando le forze dell’ordine.

Che sia perché la gente ha finalmente capito che non si vola vicino agli aeroporti, vuoi perché il firmware di diversi droni commerciali come Yuneec e DJI non consente semplicemente il volo vicino alle piste, vuoi perché i piloti di aeroplani hanno imparato a distinguere tra droni e shopper, la buona notizia è che c’è stato un continuo calo di segnalazioni a partire dal picco dell’agosto scorso, con ben 180 eventi. Dal novembre 2014 all’agosto 2015 ci sono state764 segnalazioni di cui 27 mancate collisioni, dal 21 agosto 2015 al gennaio 2016 si sono ridotte a 582 di cui 19 mancate collisioni. Eppure nella stagione natalizia sono stati venduti più di un milione di droni hobbystici. “Siamo lieti di vedere un declino nelle segnalazioni di droni e che la gente stia imparando a volare responsabilmente” ha detto il direttore esecutivo di AMA Dave Mathewson.

651 visite


Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: