Volanti o acquatici, l’importante è che siano droni e li vedremo a Modena al DronItaly

0

Droni volanti? Si parla sempre di loro ma esistono anche i loro “cugini”, i droni acquatici, che non sono da meno, anzi, rappresentano un settore in continua evoluzione in cui l’Italia è particolarmente attiva e all’avanguardia. Questi mezzi a controllo remoto, galleggianti o subacquei, possono infatti dare un grande contributo in operazioni di ricerca e salvataggio di persone e mezzi, monitoraggio della salute delle acque e dell’ambiente, attività idrografiche e tante altre ancora.

Un drone sperimentale acquatico dell’istituto di Scienze Marine (ISMAR) di Bologna e del CNR di Oristano ha appena affrontato un battesimo operativo nella laguna di Santa Giusta: equipaggiato con un nuovo sonar ultra-sonico è in grado di leggere il fondale e quindi ricostruire la storia della laguna da un punto di vista biologico e antropico con una precisione impensabile solo fino a poco tempo fa.

drone-marino-ismar-cnr

drone marino ismar cnr – foto (c) la stampa

Anche il mercato e l’industria non stanno a guardare un raggruppamento di imprese ha da poco annunciato che aprirà a Carrara uno stabilimento per la produzione di droni marini per operazioni di ricerca e salvataggio, monitoraggio e studi ambientali: operazione che avrà una ricaduta occupazionale, diretta e indiretta, di una cinquantina di addetti.

Dronitaly segue con estrema attenzione questo settore e, dopo il convegno dell’anno scorso, ha in programma nell’edizione 2016 l’organizzazione di un nuovo importante appuntamento dedicato a: “Droni Marini: regolamentazione e opportunità d’impiego”, in collaborazione con RINA, ISMAR e Istituto Idrografico della Marina Militare”.
Nell’occasione, gli esperti di progetti sperimentali e ad alto tasso di innovazione come quelli sviluppati dall’ISMAR e dall’Istituto Idrografico della Marina Militare, si confronteranno a partire da case history recenti e da scenari operativi attuali per capire come evolveranno il settore e i trend di mercato e per confrontarsi con RINA al fine di giungere a una normativa positiva e soddisfacente per tutti, player e organi di sorveglianza e controllo.

dronitaly
A Dronitaly verranno anche esposti in un’area specifica alcuni prototipi sperimentali attivi nelle nostre acque, così come l’OpenROV v 2.8,(nella foto in testa all’articolo) un drone subacqueo creato da una società open source americana che si pilota con un semplice joystick e con cui è possibile esplorare i fondali marini e scoprire i tesori archeologici e naturali sommersi.

Dronitaly, “The Pro&Fun Drone Show” – ModenaFiere 30 settembre – 1° ottobre 2016

1579 visite


Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: