Riprese con i droni: attori, sportivi e partecipanti a eventi non sono addetti ai lavori, devono stare fuori dalle aree di buffer

0

Con una raccomandazione di sicurezza pubblicata l’11 luglio, Enac chiarisce che “Non possono essere in alcun caso considerate indispensabili alle operazioni persone oggetto di fotografia o videoriprese come per esempio attori, sportivi, persone partecipanti ad eventi che dovranno essere al di fuori dell’area di buffer. Dichiarazioni di questi ultimi soggetti liberatorie della responsabilità sottoscritte non possono ritenersi accettabili a tal fine“.
Quindi dentro l’ara di buffer, cioè dove il drone può cadere in caso di avaria, potranno trovarsi esclusivamente i piloti, gli operatori di payload (per esempio il cameraman addetto al gimbal) e le persone che devono interagire con loro, per esempio il regista, gli addetti alla produzione video eccetera.
Chi è ammesso nell’area di buffer deve aver ricevuto l’addestramento necessario e “le procedure di emergenza potranno richiamare la necessità di un briefing pre-volo e di recarsi repentinamente in un luogo sicuro qualora il pilota dichiari l’emergenza” specifica ancora ENAC.
La responsabilità della sicurezza delle persone nell’area delle operazioni è dell’operatore, che dovrà  individuare uno o più luoghi sicuri dove rifugiarsi in caso di problemi e dovrà  far indossare al personale indumenti protettivi.

Ricordiamo che le raccomandazioni di sicurezza ENAC sono appunto raccomandazioni, e NON sono obblgatorie
->Vai al documento ENAC

6056 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: