Test droni civili: la delusione della California

0

Alla California non è bastato essere lo Stato americano più avanzato nello sviluppo dei droni: nella scelta dei primi sei siti dove testare le tecnologie che nel settembre 2015 porteranno alla definitiva apertura dei cieli americani ai droni, San Diego è la grande esclusa.

Probabilmente è stata la troppa sicurezza di vincere a non fare impegnare abbastanza la California nella competizione che ha visto 25 candidati di 24 stati contendersi i siti di test della FAA, che sono andati ai rivali di sempre, il Texas. E poi alla Virginia, al Nevada, a New York, al North Dakota e alla remota Alaska.
E dire che le candidature californiane erano ben due e di peso: le contee di Ventura e del Ken. Che però non hanno unito le forze, facendo sì che la California fosse l’unico stato con due candidati.

“Non riesco a immaginare i motivi per cui la California sia stata tagliata fuori” si lamenta sbigottito Bill Buratto presidente del consorzio di industrie che spingeva la candidatura della contea di Ventura. “avrei giurato che la FAA avrebbe guardato favorevolmente alla California”. Anche perché l’industria aerospaziale dello Stato è di primissimo piano, a cominciare dal Lookheed Martin  e Northrop Grumman, AeroVironment e General Atomics, e molti droni americani fanno test segreti e voli di test alla base di Edwards nel deserto del Mojave.

La FAA non ha spiegato le ragioni della clamorosa esclusione della California, limitandosi a spiegare che sono state privilegiate le candidature scelte sulla base di clima, geografia, sicurezza. “Quello che cercavamo era una rosa di candidati che ci desse configurazioni aerospaziali differenti, differenti tipi di traffico aereo e climi differenti” ha spiegato il portavoce della FAA.

Mark Cafferty, presidente del  San Diego Regional Economic Development Corporation, è particolarmente arrabbiato: “Sono sconcertato, è una grave perdita per San Diego e per tutta la California”: si parla di 18 mila nuovi posti di lavoro sfumati e 90 miliardi di dollari che prendono letteralmente il volo verso gli altri sei stati. Molto probabile che adesso sia vicino il momento di un regolamento di conti, tra le deluse forze economiche californiane e i loro due candidati.

1433 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: