Iraq, abbattuto un drone autocostruito dell’ISIS

0

Popular Scieces mostra le immagini di quello che si ritiene essere un drone autocostruito impiegato dall’Isis che, secondo il magazine americano,  sarebbe stato abbattuto dalle forze irachene nel corso della battaglia di Mosul.

L’Isis usa molto spesso droni per azioni di guerra e attentati terroristici, che recentemente sono costati la vita a due soldati curdi e ferito gravemente due parà francesi.

insideDall’aspetto, il drone ritratto nella foto è un classico aeromodello in balsa costruito con tecniche molto tradizionali nell’aeromodellismo dinamico e compnemtistica di livello hobbystico, mosso probabilmente da un motore elettrico come dimostrerebbe la presenza dei tre cavi dell’ESC, ma mancando completamente il muso non possiamo esserne certi, anche perché quel che resta dell’ordinata parafiamma sembra più adatta a ospitare un motore a scoppio. Ma d’altra parte, la presenza di connettori elettrici ad alto assorbimento farebbe anch’essa propendere per un motore elettrico, anche se la batteria potrebbe servire anche per alimentare il payload, che manca anch’esso dalla foto: di certo il drone ha un ampio vano di carico, ma non possiamo capire dalla foto a cosa possa servire, potrebbe essere una baia per una telecamera o una termocamera ma anche un vano dove inserire esplosivo, e quindi il connettore potrebbe servire anche per il detonatore. Il payòoad pare comunque piuttosto pesante, dal momento che i connettori succeriscono che la batteria sia nella coda dell’aereo, quindi per poter bilanciare il velivolo è necessario che davanti ci sia parecchio peso. Probabilmente ca camera per il volo FPV era ospitato sulla semiala sinistra, come farebbe pensare il jack giallo che si vede nella foro, lasciando la baia di carico per altro.

Nel febbraio scorso, un duro colpo è stato inferto alla capacità dell’Isis di produrre droni, con la scoperta di un laboratorio clandestino nella città di Ramadi, abbandonato in fretta e furia dai fondametalisti all’arrivo delle truppe irachene. Nel laboratorio, gli investigatori hannon scoperto anche un giroscopio di fabbricazione turca, che potrebbe indicare che l’ISIS stia cercando di sviluppare un proprio sistema di guida automatica, per superare le limitazioni del geofencing dei droni commerciali, che possono agevolmente impedire ai droni da supermercato di volare nelle zone di guerra.

 

1475 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: