Directline e un progetto open per i droni che illuminano il tuo cammino

0

Directline, nota compagnia assicurativa britannica nata nel 1985 e famosa per le essere una delle prime assicurazioni telfoniche, ha deciso di investire e supportare un progetto open source che coinvolge i droni e un loro possibile utilizzo sociale.

Una idea che si chiama Fleetlight e che consiste nel fornire un supporto luminoso su strade di campagna, in emergenza  o laddove ci sia bisogno di maggiore sicurezza illuminando il cammino. Fino ad oggi l’impiego di droni civili è focalizzato quasi sempre sull’utilizzo di un payload che tipicamente è quasi sempre una fotocamera o una videocamera. Solo recentemente si iniziano a vedere i primi sensori multispettrali o termocamere. Montare dei semplici faretti, che poi semplici non sono, evidentemente appare troppo scontato.

fleetlight-flotta-d-droni-illuminanti

Il progetto Fleetlight, sponsorizzato da Directline attraverso il suo generale marketing manager Mark Evans, prevede sostanzialmente poche cose: un drone capace di trasportare una serie di faretti ad alta potenza, un app per smartphone dotato di GPS di ultima generazione. Uno degli scenari tipici di utilizzo, potrebbe essere quello di trovarsi bloccati con l’auto in panne o in una altra situazione di emergenza, estrarre il telefono cliccare sulla applicazione e attendere il drone o la flotta di droni dotati di illuminazione ad alta intensità fornita ad esempio dai faretti a LED con 30 Watt di potenza.

Una altra ipotesi fornita dal capo progetto Fleetlight, Simon Cam, è quella di una donna che scende dal treno in una stazione di campagna e non sentendosi sicura vuole farsi accompagnare da un drone che da sopra alla sua testa le illumina il cammino. Nel video promozionale si possono vedere alcuni possibili scenari di utilizzo.

fleetlight-project-drone

Nel documento tecnico che accompagna questo strano progetto si possono leggere questi passaggi:
“Il servizio Fleetlights è costituito da uno sciame di UAV interconnessi (droni) dotate di luci ad alta potenza a bordo che possono essere richiamati su richiesta dallo smartphone a fornire l’illuminazione brillante, ovunque siate diretti,o qualsiasi altra cosa si sta facendo.”

Mentre le caratteristiche tecniche del servizio sembrano essere ben precise.

La flotta inaugurale è composto da 15 droni standard di Fleetlight, progettati per uso personale e dotati di una sola  unità di illuminazione
– Diametro del drone: 650 millimetri
– Motori: 4 (nel video promozionale sono tutti a 6 motori)
– telaio e materiali costruttivi: fibra di carbonio con acciaio e titanio
– Controllore di volo: doppia IMU con ridondante con bussola e unità GPS
– Alimentazione: 2 batterie ai polimeri di litio per la ridondanza
– Ripristino di sistema: Autonomo
– Peso: 2 kg o meno (nel video promozionale difficilmente quegli oggetti peseranno meno di 5/6 Kg)
Ground Control: 2.4MHz RC con telemetria a 433 o 895Mhz
– Sensore: a ultrasuoni
– Carrello di atterraggio: retrattile
– Velocità massima: 15 metri al secondo
– Raggio di azione: 1,5 miglia
– Altezza massima  400 piedi
– Tempo di volo: 20-30 minuti in hovering

In sostanza sarà un progetto illuminante che svelerà le strade non percorse da altri progettisti o un tonfo oscuro nell’oblio del marketing virale non riuscito?
Solo il tempo ci darà una chiara visione d’insieme, nel frattempo compratevi una torcia tascabile o usate il led dello smartphone senza scomodare i droni.

Fonte Kit Guru

fleetlight-drone-illuminante

 

621 visite

Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: