Trovare lavoro grazie alla scuola per droni: la storia di Matteo Incerti

0

Trovare un lavoro fisso grazie all’attestato di pilota remoto non è per nulla strano. Lo dimostra la storia di Matteo Incerti, allievo della scola per piloti professionisti di SAPR AlphaLima di Genova

incerti-2

Incerti ai comandi del drone durante le lezioni pratiche



Matteo Incerti, 26 anni di Genova, si è avvicinato ai droni per un motivo molto strano: aveva bisogno di capire se il punteruolo rosso, un temibile insetto parassita delle palme, stesse danneggiando quelle della sua famiglia. E cosa c’è di meglio di un drone, nella fattispecie un BeBop2 di Parrot, per andare a vedere come stanno le piante, scattare le foto e mostrarle all’agronomo? “La camera frontale del BeBop 2 non è granché per la risoluzione” ci racconta Matteo, “Ma più che sufficiente per vedere se la pianta infestata poteva essere salvata o era necessario abbatterla”.

Da quella esperienza è nato il desiderio di trasformare i droni in un lavoro, e Matteo ha preso l’Attestato di pilota remoto presso AlphaLima di Genova, un Centro di Addestramento certificato da ENAC.

“Subito dopo l’attestato, mi hanno contattato diverse aziende” racconta Matteo, “specialmente studi immobiliari che volevano fare riprese aeree delle proprietà da mettere in vendita, e anche realtà che volevano fare riprese turistiche, che comincerò tra l’altro a fare presto”. E poi, la svolta: una proposta di assunzione da parte di un grande rivenditore di elettronica e computer genovese, che è anche rivenditore Parrot. Grazie all’attestato, Matteo nei prossimi mesi organizzerà degli eventi promozionali per il suo nuovo datore di lavoro, mostrando le potenzialità dei Parrot presso la rete di vendita. Insomma, l’attestato ha fatto la differenza nel suo curriculum, procurando al giovane (che per inciso ha studiato ragioneria) un lavoro interessante e a tempo indeterminato. Che oggi come oggi non è proprio da buttar via.

 

 

3023 visite


Share.
Commenta:

Segui DronEzine sui social: